Oggi, giovedì 2 luglio, al Napoli Teatro Festival Italia, diretto per il quarto anno da Ruggero Cappuccio, debutta nel Cortile d’onore di Palazzo Reale, alle ore 21.30, in prima assoluta, Mephistopheles eine Grand Tour, concepito e scritto da Simone Derai che ne firma la regia in collaborazione con Marco Menegoni, produzione Anagoor 2020. Il teatro sperimentale degli Anagoor, che celebrano quest’anno un ventennio di attività, è stato oltretutto insignito del Leone d’Argento per il Teatro nel 2018.

Lo spettacolo – coprodotto da Kunstfest Weimar, Theater an der Ruhr, Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee/Museo Madre, Centrale Fies, Operaestate Festival Veneto, con il patrocinio del Goethe-Institut Neapel – raccoglie il materiale video realizzato tra il 2012 e il 2018 in un viaggio per immagini attraverso le lacrime del mondo, musicato in un live set elettronico da Mauro Martinuz. Un grande tour nelle zone buie del cosmo, lì dove scaturiscono le tenebre e le sofferenze delle generazioni, il rapporto dell’uomo con la natura, il tempo, la tecnica e l’assoluto.

Alle ore 19.00, a Palazzo Fondi, in scena la replica de Il Prestito, divertente e geniale commedia di Jordi Galcerán tradotta da Enrico Ianniello, per la regia di Rosario Sparno, con Luca Iervolino e Luciano Saltarelli, e prodotta da Casa del Contemporaneo nell’ambito progetto del Rua Catalana- nuovo teatro catalano a Napoli: un direttore di banca nega un prestito ad un cliente che in garanzia può dare solo la propria parola d’onore. 

Ancora alle 19.00, il Cortile delle Carrozze di Palazzo Reale ospiterà per il secondo giorno Lampi Sulla scena – due lezioni di storia del teatro, a cura di Roberto D’Avascio per Arci Movie. Dopo Antonin Artaud, il percorso tra le vicende umane e artistiche di figure del mondo del teatro che hanno segnato la scena internazionale del Novecento sarà dedicato a Sarah Kane, con l’interpretazione di Maria Teresa Panariello.