Si chiama Alfonso Bellacosa ed è originario di Nocera Inferiore, nel salernitano, il medico che ha coordinato lo studio sull’enzima fondamentale per la riparazione delle cellule tumorali, che ha contribuito alla ricerca effettuata negli Stati Uniti per la scoperta di una innovativa soluzione nel trattamento del melanoma. Eccellenza della medicina mondiale, Bellacosa è professore di Epigenetica presso il Fox Chase Cancer Center di Philadelphia, negli Stati Uniti dove già in passato realizzò altre ricerche per la cure del tumore al Colon.
Alcuni mesi fa sulla prestigiosa rivista Oncogene, il medico, ipotizzò, insieme ad altri colleghi, che le cellule di melanoma possano essere distrutte riducendo i livelli o l’attività dell’enzima di riparazione del Dna chiamato Tdg. Durante la ricerca in laboratorio, è emerso che inibire la produzione dell’enzima provoca la morte di cellule di melanoma e impedisce alle cellule tumorali di crescere. Un approccio completamente innovativo per la cura di questo tumore.
“Questi risultati suggeriscono che TDG può fornire funzioni critiche specifiche per le cellule tumorali che lo rendono altamente adatto come bersaglio di un farmaco antimelanoma – ha spiegato Bellacosa -. Potenziando potenzialmente sia la riparazione del DNA che lo stato epigenetico, il targeting per TDG potrebbe rappresentare un approccio completamente nuovo alla terapia con il melanoma.”
Utilizzando tecniche di atterraggio TDG, l’equipe ha capito che inibire la produzione dell’enzima, provoca la morte di cellule di melanoma umano esistenti e impedisce alle cellule tumorali di formare tumori introdotti nei topi, dimostrando così l’impedimento della crescita del tumore. È importante sottolineare che i melanociti normali – le cellule che producono il pigmento della pelle – sono minimamente influenzati dal knockdown del TDG, il che suggerisce che questa nuova terapia per il melanoma potrebbe risparmiare le cellule normali. Il team ha anche identificato gli inibitori TDG di prima generazione e ha descritto la loro attività anti-cancro.