Sequestrate 27 unità immobiliari, tra attività commerciali, immobili e terreni della camorra. Tra gli immobili, anche una villa a Ischia, 2o bar tra le province di Napoli ed Avellino e 41 pompe di benzina appartennenti al clan Contini, per un valore di 320 milioni di euro.
I beni sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli in tutta Italia, grazie alle indagini condotte dal sostituto procuratore Ida Teresi e coordinate dall’aggiunto Giuseppe Borrelli.
Nell’elenco ci sono anche tre rivendite di tabacchi, 4 gioiellerie, tre società di torrefazione di caffè, due società di gestione e compravendita immobiliare, un’azienda di commercio all’ingrosso, un garage.
Assunta Lutricuso