Nell’aula Leopardi  del Suor Orsola Benincasa, mercoledì scorso abbiamo assistito a una bella storia di sinergie, l’incontro degli studenti e non, con l’autore Maurizio de Giovanni: come nasce una storia.

Un appuntamento con la cultura e un incontro stimolante nato dalla collaborazione fra Napoli Città Libro, rappresentato dal Presidente del Salone del Libro Alessandro Polidoro, l’Università degli studi Suor Orsola Benincasa, con la Preside della facoltà di lettere Emma Giammattei e i coordinatori scientifici del progetto per i due diversi Atenei coinvolti: Bruna Di Sabato, docente di Didattica delle lingue e Linda Barone, docente di lingua e traduzione inglese all’università di Salerno e l’Autore Maurizio de Giovanni.

Il progetto didattico, spiega Bruna di Sabato, ha l’obiettivo di stimolare la scrittura creativa direttamente nella lingua inglese dando priorità alla creatività, tralasciando momentaneamente l’accuratezza formale dei testi per liberare gli studenti dalla paura dell’errore e lasciare libere tutte le energie.

L’incontro aperto agli studenti e non solo,  è andato ben oltre il progetto e le aspettative, de Giovanni ha raccontato ai giovani sul mestiere di scrittore, come nascono le storie e da dove, asserendo che “essere Napoletani e avere la pagina bianca è pressoché  impossibile”, e ancora ”le storie sono un flusso, è come l’elettricità, fra lo status quo ante e lo status quo successivo”.

Le parole del Maestro de Giovanni  hanno entusiasmato i presenti trasportandoli  idealmente dentro i suoi racconti.

Tanti i suggerimenti e testimonianze di esperienze personali e  punti di vista diversi che hanno dato spunto a riflessioni più profonde.

Il progetto nato come incoraggiamento allo studio, all’approfondimento, al lavoro degli studenti  è stato pienamente esaudito, lasciando una riserva di passione nell’animo di tutti i presenti.

Lucia Montanaro