Passato il lockdown e la didattica a distanza, circa 500mila studenti (quest’anno tutti sono stati ammessi) rientrano dopo 3 mesi nelle loro aule, per affrontare l’ultima prova della scuola dell’obbligo, con un unico orale e precise misure di sicurezza anti contagio. Alle 8 e 30, riaprono i cancelli degli istituti per accogliere i maturandi dell’era post Covid.

Nei giorni scorsi è stato completato il Piano della Regione Campania “Scuole sicure”, screening di massa con tamponi, dedicato al personale docente e non docente. Nel dettaglio i test sono stati eseguiti sul 60,3% del personale: nessuno è risultato positivo. “Lo screening per i commissari degli esami di maturità e per tutto il personale scolastico è stata una iniziativa unica in Italia – ha dichiarato il governatore Vincenzo De Luca -. È la prima operazione del programma che proseguirà in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico, e che prevede il monitoraggio sanitario del personale docente e non docente per dare tranquillità alle famiglie’’.

Questa mattina non mancheranno le regole del distanziamento, stabilite dal Comitato Tecnico Scientifico. Tutti coloro che entreranno nelle scuole dovranno mostrare un’auto-dichiarazione che attesti il proprio stato di salute e soprattutto di non avere febbre oltre i 37,5° e di non trovarsi in quarantena. All’ingresso degli edifici non sarà rilevata la temperatura corporea, né sarà obbligatorio portare i guanti ma soltanto utilizzare i gel messi a disposizione dalle scuole stesse. Per ogni maturando non ci potrà essere più di un accompagnatore, segno che quest’anno al massimo un genitore potrà assistere all’esame.