Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella è tornato a Napoli per partecipare al Simposio Cotec Europa che si sta svolgendo proprio in queste ore al Teatro San Carlo. Il Capo dello Stato dovrebbe fare tappa anche dalla piccola Noemi, ricoverata al Santobono per le ferite d’arma da fuoco riportate nell’agguato. La Fondazione Cotec opera in costante sinergia con la Fundación Cotec di Spagna e l’Associação Cotec del Portogallo per contribuire ad orientare le politiche della Ricerca e dell’Innovazione dell’Unione Europea, in particolare nell’area del Mediterraneo.

Tema centrale del Simposio Cotec è l’evoluzione del ruolo e l’assetto strategico della Pubblica Amministrazione alla luce della rivoluzione digitale. All’incontro, sostenuto da Eni, Intesa Sanpaolo, Leonardo, Poste Italiane, TIM e Unicredit, partecipano le Fondazioni per l’Innovazione d’Italia, Spagna e Portogallo per lo sviluppo competitivo dell’Europa mediterranea. Presente anche il Re di Spagna, Filippo VI e il Presidente della Repubblica portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa.

Il focus del simposio è: «PA 4.0: Rethinking the Public Administration for a Digital World» ed è l’occasione per uno scambio di esperienze, soluzioni e azioni, tra leader aziendali ed esponenti delle istituzioni dei tre Paesi. La giornata del San Carlo è solo il finale di una kermesse che è iniziata il 4 maggio e si sviluppa presso l’Apple Center di San Giovanni. In quei laboratori si sta testando il programma Hackathon che, una volta operativo, permetterà ai cittadini di gestire direttamente i rapporti con la pubblica amministrazione e l’accesso ai servizi pubblici. Con l’aiuto della struttura di San Giovanni si è rilanciato il contributo della fondazione e delle aziende italiane.

Si tratta di un’unica app per dialogare con decine di uffici italiani: dalle aziende sanitarie, per prenotare visite, pagare ticket e ricevere poi i referti, ai Comuni per richiedere semplici certificati, passando al pagamento delle tasse dei Municipi come Imu o Tari, sino al bollo auto o ai certificati di proprietà di beni mobili o immobili. Sarebbe la famosa rivoluzione digitale mai veramente attuata su grande scala.

Presenti nei laboratori di San Giovanni a Teduccio il professor Giorgio Ventre, docente di sistemi di elaborazione della Federico II, Teresa Alvaro, direttore generale dell’agenzia per l’Italia digitale e Giorgio De Rita, segretario generale Censis. Il XIII Simposio COTEC Europa, organizzato dalle Cotec di Italia, Portogallo, e Spagna ritorna a Napoli dopo 11 anni. L’ultima volta, infatti, si tenne nel 2008.