Il 19 aprile 2021 la simpaticissima attrice napoletana Marisa Laurito spegne 70 candeline

Marisa Laurito nasce a Napoli il 19 aprile 1951. Di una simpatia immediata e con la risata contagiosa, la Laurito ha lavorato come attrice in teatro, al cinema e in Tv. È a lungo anche conduttrice, entrando nelle case degli italiani con la sua irresistibile erre moscia e col sorrisetto birbante.

La Laurito affida i ricordi di 70 anni di vita a un libro autobiografico da poco uscito per Rizzoli, “Una vita scapricciata“.

La madre concertista diplomata in piano e il papà operaio specializzato delle Ferrovie dello Stato; i soldi in casa sono proprio pochi. Sin da giovanissima, Marisa è nella compagnia di Eduardo De Filippo; infatti esordisce, appena maggiorenne, in Le bugie con le gambe lunghe. In occasione della firma del contratto, il padre di Marisa prende la notizia malissimo: è molto severo e non vorrebbe quel destino per la figlia.

Un aneddoto simpatico riguarda il fatto che Eduardo, per evitare alla Laurito l’uso della sua erre moscia, cambia le parole in un monologo che l’attrice deve recitare!

La Laurito appare anche in varie trasposizioni TV di opere di Eduardo, tra cui la celebre Natale in casa Cupiello.

Nella seconda metà degli anni Settanta, Marisa Laurito esordisce al cinema. Tra pellicole cinematografiche e televisive, il numero delle sue interpretazioni è molto alto.

Inoltre, nessuno può dimenticarla, nel 1985, al fianco di Renzo Arbore, nella trasmissione cult Quelli della notte, e poco dopo con Raffaella Carrà in Buonasera Raffaella, show di prima serata. Il ruolo di conduttrice arriva con Marisa la nuit e Fantastico (insieme ad Adriano Celentano), sino ad arrivare, nella stagione 1988/89, a Domenica In, con la regia di Gianni Boncompagni, cantando anche la sigla “Ma le donne”.

Nello stesso 1989, non manca alla Laurito la partecipazione al Festival di Sanremo, col brano ironico “Il babà è una cosa seria”; sempre nel 1989 si aggiudica un Telegatto, come personaggio televisivo dell’anno.

Terre nuove è il film del 1991 diretto da Calogero Salvo, che Marisa Laurito interpreta insieme ad Antonio Banderas; per questo film, la nostra Marisa porta a casa, come migliore attrice, il premio al Festival del cinema di Bogotà nel 1991 e il Globo d’oro nel 1992.

È ancora della squadra della RAI in Fantastico, con Pippo Baudo, e in Serata d’onore. Poi entra in Fininvest e per vari anni alterna la sua presenza qui e di nuovo in RAI.

Tra il 2006 e il 2009, si dedica al teatro con Menopause the Musical, per la regia di Manuela Metri; tra il 2009 (anno in cui le viene assegnato il Premio Villa Massa) e il 2011, è una delle protagoniste della commedia di Garinei e Giovannini Aggiungi un posto a tavola, dove, accanto a Gianluca Guidi, veste i panni di Consolazione.

Nel 2013, di nuovo in RAI Marisa Laurito conduce I fatti vostri. Nell’autunno del 2014, è una delle concorrenti di Ballando con le stelle, show del sabato sera di Raiuno presentato da Milly Carlucci.

È del 2016 l’assegnazione a Marisa Laurito del Premio Doc Italy, per la Sezione ambasciatrice dell’arte per la regione Campania.

A ottobre 2017 debutta a Milano come protagonista nella commedia teatrale Due donne in fuga, con Iva Zanicchi; il successo è notevole tanto che lo spettacolo viene ripreso nel 2019.

A dicembre 2019 è nel cast del film W gli sposi, diretto da Valerio Zanoli, in cui recitano anche Paolo Villaggio (nel suo ultimo ruolo cinematografico), Iva Zanicchi, Carlo Pistarino, Lando Buzzanca, Corinne Cléry, ecc.

Figure di rilievo nella sua formazione artistica sono Carlo Pedersoli (Bud Spencer), Ugo Tognazzi, Luciano De Crescenzo e naturalmente Renzo Arbore.

Sentimentalmente parlando, ha un matrimonio lampo, di soli tre mesi, con l’ex calciatore della Roma Franco Cordova. Ormai è legata da anni a un uomo che le lascia la massima libertà di azione per realizzare i suoi progetti artistici, come ha tenuto a precisare durante un’intervista.

Nella sua vulcanicità, la Laurito scopre un’ulteriore strada nel mondo dell’arte, questa volta si tratta di pittura e di scultura.

A ottobre 2019, alla Laurito è affidata la direzione artistica del Teatro Trianon di Napoli, per il triennio 2020/2022.

Altre notizie sulla Laurito sono qui, sul suo sito ufficiale.

Non ci rimane che augurare di cuore alla Laurito felici successi per tantissimi anni ancora!

A proposito dell'autore

Il mondo e la gente mi incuriosiscono assai. Sono "leggera" nella scrittura e mi diverto nel fare ciò che mi appassiona. Penso che nulla sia più disarmante della gentilezza. Il mio esordio, nel 2017, è stato con "Primule fuori stagione" (Iuppiter Edizioni). Per Napoliflash24 pubblico settimanalmente i "Pezzulli" e curo le rubriche di interviste "La Bellezza salverà Napoli" e "Tips for Startuppers".

Post correlati