Giunge quasi al termine del suo iter attraverso i vari territori della world music la III edizione di “Train de Vie – Musica su Rotaie”, voluta dalla label Agualoca Records con la direzione artistica di Davide Mastropaolo, e ospitata da Porto Petraio. Formula invariata: opening aperitif ore 20:00, start concert alle 21:00.

            La penultima fermata di questo viaggio è su di un ponte musicale tra il Salento, lingua di terra protesa tra Europa e Oriente, e Tirana, capitale di una terra ricca di storia e contrasti. Un sodalizio in note che, sorto quasi per divertimento nel 2005, scopre affinità musicali profonde, vive di repertori antichi accanto a libere improvvisazioni e riletture. Racconti in musica che i due interpretano secondo il loro sentire, trasformandoli in suono che avvolge e narrazione che affascina, dosando con misura sperimentazione ed estro. Hasa raffina col suo violoncello le trame di queste vicende, ne intreccia e rintraccia armonie, melodie e dissonanze, che la voce della Mazzotta dipana svolgendo con vocalità limpida e ferma in una rielaborazione della tradizione. Questo fulcro ideale del Mediterraneo, tra Adriatico, Carpazi, Balcani e Sud Italia, unisce lingue e note di diversi repertori come, ad esempio, nel primo brano dell’album, “Del cielo e della terra”, pezzo originale, che ci introduce in un universo sonoro fatto di mille sfumature. “Maria”, invece, è cantata in griko, la lingua delle antiche comunità grecaniche della Puglia, e ci conduce facilmente alla melodia montenegrina di “Sladjano Moje”. In “Ederlezi”, poi, il duo raggiunge uno dei suoi apici: questo brano della tradizione rom, infatti, eseguito da numerosi artisti internazionali, è qui interpretato nella sua forma più pura grazie al vibrato della Mazzotta e alle armonie del violoncello. “Ohri” è una composizione originale per violoncello solo e dalle sue note discende il ritmo che ci scorta sino in Tracia per “Tou Margoudi”, pezzo tradizionale tra i più importanti di quella regione-ponte. Si torna in Italia per “Cicerenella”, popolarissima tarantella del Settecento che la Mazzotta trasforma in un gioco vocale assai efficace e riuscito. Ritmo di danza frenetica e voce tra le corde nel “Krivo horo” della tradizione bulgara: un intreccio complesso reso semplice dalla perfetta sinergia delle parti. Il canto tradizionale albanese “Kno mi qyqe” e il celebre scioglilingua rumeno “Dumbala dumba” completano questo progetto musicale articolato e composito, che i due artisti presentano dal vivo per la prima volta a Napoli dinanzi al pubblico di “Train de Vie” a Porto Petraio.

            “Abbiamo sfidato le freddi notti d’inverno con tempi dispari, strofe in rima, il vibrato del canto” – dice il duo. “Così, nota dopo nota, l’anima si è liberata giocando svelata tra le corde della voce e del violoncello. Abbiamo poi cercato e mescolato la musica e le lingue. Dalle pianure del Sud Italia ai Balcani, fino ai Carpazi. Sembrava una sfida solitaria, un gioco di virtuosismo e invece con quelle melodie e quei ritmi abbiamo costruito un ponte – ura in albanese – e vogliamo attraversarlo insieme a voi, ora – ura in salentino”.

            Della loro musica, Ludovico Einaudi scrive nelle note di presentazione al disco: “Grazie a Maria Mazzotta e a Redi Hasa, ci si trova subito catapultati nei densi e vivaci aromi dei Balcani. Della maestria vocale e strumentale si resta sbalorditi, c’è unione perfetta e grande naturalezza nell’esecuzione di brani melodicamente e ritmicamente molto impegnativi. Preziose sfumature armoniche insieme a un piglio improvvisativo che trasmette un senso di freschezza che si rinnova ad ogni istante.”   

  Sabato 30 aprile 2016 ore 21:00 Maria Mazzotta & Redi Hasa live, per la prima volta a Napoli, a Porto Petraio (Salita Petraio n. 18/D) nell’ambito della III edizione della rassegna Train de Vie – Musica su Rotaie. Contributo al concerto; gradita la prenotazione.

            La Formazione: Maria Mazzotta: voce, percussioni e loop station; Redi Hasa: violoncello e loop station.

            Info e prenotazioni: Salita Petraio 18/D, ad. stazione Petraio Funicolare Centrale (NA), +393333544676,info@agualocarecords.com, www.portopetraio.com)