La prima domenica del mese, come da consuetudine  gratis nei musei statali, ha visto un record di visitatori per il Museo Archeologico: 7.812 incluso i 639 della mostra sul calcio “Il Napoli nel mito”, una cifra notevole considerato il periodo e il fatto che la mostra sportiva è a pagamento. Il Mann ha battuto così Caserta (7.191) e Pompei ed è al terzo posto a livello nazionale, dopo il Colosseo e i musei romani. Anche Capodimonte ha riportato cifre notevoli: 3.459 visitatori, che includono quelli della mostra “Carta bianca. Capodimonte Imaginaire” e del Bosco.

Il Palazzo Reale, segue con 4.431 ingressi, incluso quelli della mostra su Renzo Arbore. Anche Sant’Elmo ha registrato cifre notevoli con 4.357, mentre il museo di San Martino ha visto 3.575. Il Museo del Tesoro di San Genaro, ha avuto un incremento con 770 visitatori, cifra superiore alla media degli anni passati nello stesso periodo.

Negli Scavi di Pompei si sono registrati 6.278 accessi, mentre in quelli di Ercolano 2.006, a cui fanno seguito Oplonti con 418 e il museo di Boscoreale con 151, per un totale di 8.853 visitatori, anche queste cifre interessanti considerata la stagione.