Si tiene dalle ore 16.00, in piazza della Repubblica, presso il Consolato americano, la manifestazione per il riconoscimento ufficiale dello Stato di Palestina da parte del governo italiano e contro l’annessione israeliana dei territori occupati, formalizzata da Israele il prossimo 1 luglio. L’evento, che ha carattere nazionale, è stato indetto dalla Comunità Palestinese in Italia. Milano, Venezia, Firenze, Roma, Bari e Palermo sono i capoluoghi che, oltre a quello campano, ospiteranno gli attivisti della causa palestinese, che nel tempo ha acquisito la valenza di simbolo nella lotta dei popoli per la pace, la giustizia, l’autodeterminazione e la libertà.

Per i manifestanti, il riconoscimento dello Stato di Palestina è l’unica vera condizione per costruire una pace giusta, foriera della convivenza tra i due popoli ed i due stati, Palestina ed Israele. L’attenzione dei promotori è rivolta anche alla comunità curda: anche per i curdi si chiede la liberazione dei prigionieri politici, il rispetto delle libertà e dei diritti umani. Gli organizzatori della manifestazione denunciano l’assenza di servizi di prevenzione e assistenza alla popolazione e alle autorità locali curde in Turchia.

Anpi, Arci, Friday for Future e Potere al Popolo sono solo alcune delle associazioni e comunità che aderiranno all’iniziativa.