Il tribunale, nell’ultima parte del 2019, si è trovato ad operare nella sede di Napoli con 35 magistrati a fronte di una pianta organica di diritto di ben 49 magistrati’: lo ha detto Salvatore Veneziano, presidente del Tar della Campania, in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario 2020. ‘’Non posso non evidenziare come la significativa scopertura determinatasi abbia inciso negativamente sulla capacità operativa del tribunale” ha poi sottolineato il presidente del Tar.

“Non è però possibile escludere – ha aggiunto il presidente del Tar – il rischio di ulteriori contrazioni dell’organico in corso. Non posso non manifestare preoccupazione per le possibili ricadute sulla capacità operativa del tribunale a causa di un nuovo decremento della dotazione organica. Non credo di essere in errore nel prevedere che per almeno un biennio, ma forse anche un triennio, non sia ragionevole attendersi alcun incremento nella dotazione organica del tribunale, né probabilmente alcuna sostituzione per sopperire ad eventuali decrementi”

Anche a Salerno la situazione non migliora: “dal 15 febbraio – conclude – saranno 10, numero che tuttavia appare ancora insufficiente rispetto alle esigenze determinate dalle pendenze e dall’introito dei nuovi ricorsi”.