Zaini vuoti sospesi davanti ai cancelli delle scuole chiuse, contro la decisione del presidente della Regione che, con l’ordinanza n. 89, proroga la chiusura delle scuole in Campania. Vincenzo De Luca ha firmato ieri il provvedimento, che proroga la didattica a distanza da oggi e fino al 14 novembre 2020. Le mamme dei bimbi di Napoli però non si fermano e continuano con le proteste per chiedere la ripresa delle lezioni anche sulla base della classificazione della Campania a zona gialla.

Alla protesta hanno aderito le mamme e i bambini delle scuole Cuoco-Schipa, la Madonna Assunta, il Convitto Vittorio Emanuele, la Costantinopoli e la Quarati. Tutto, anche in questo caso, è nato da un passaparola sui social della Rete Scuole e Bambini. Dopo aver appeso gli zaini dei loro figli, le mamme hanno creato un momento di attività all’aperto per i bambini, vista la forte affluenza di persone. Un modo per farli incontrare dopo settimane di incontri solo virtuali e fargli vivere una dimensione di normalità, anche se soltanto per qualche ora.

I bimbi hanno disegnato e affisso i loro disegni fuori dalla scuola. Intanto le mamme non intendono presentare un nuovo ricorso al Tar contro le ordinanze di De Luca per chiedere di riaprire le scuole.