Ha picchiato e minacciato di morte la convivente e rinchiuso la donna e il figlio di soli 8 mesi in casa. Una violenza, fisica e psicologica, culminata con la minaccia di uccidere il piccolo, per costringere la donna a consegnargli dei soldi.

I carabinieri di Torre del Greco, hinterland napoletano, hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 34enne già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, la cui identità non è stata fornita dagli inquirenti, dovrà rispodendere delle accuse di maltrattamenti familiari ed estorsione.

[adrotate banner=”27″]