Premio Ubu 2017 come miglior spettacolo, arriva a Napoli per la stagione del Tan l’acclamata rilettura in “limba” sarda del dramma di Shakespeare

Domenica 25 febbraio alle ore 18 in data unica al Teatro Politeama di Napoli (via Monte di Dio, 80), per la stagione 2017-18 Teatroedificante #civadosicuro del Teatro Area Nord di Napoli, andrà in scena il pluripremiato e acclamato “Macbettu” di Alessandro Serra, vincitore del Premio Ubu 2017 come miglior spettacolo (oltre a essere candidato per la miglior regia e per il miglior attore a Leonardo Capuano) e del Premio della Critica Teatrale dell’Associazione nazionale dei Critici di teatro, e inoltre finalista al Premio Rete Critica dei blog e dei siti indipendenti d’informazione e critica teatrale.

Macbettu” è una fedele riduzione del “Macbeth” di William Shakespeare, che valica i confini della Scozia medievale per riprodurre un orizzonte ancestrale: una Sardegna terreno di archetipi e di pulsioni dionisiache.

La messinscena, interamente firmata da Serra, è una meraviglia cupa che esalta la solennità tragica e atemporale del dramma, attraverso il copione in “limba” sarda tradotto da Giovanni Carroni, dal sapore fortemente teatrale e sonoro (sono previsti i sovratitoli in italiano), e ancora attraverso la presenza di soli attori uomini, interpreti dei ruoli sia maschili che femminili come nel teatro elisabettiano, alcuni di loro con indosso maschere zoomorfe del Carnevale Barbaricino.

Macbettu” è un insieme estremamente curato in ogni dettaglio, un meccanismo perfetto. La rappresentazione si svolge in uno spazio rude e spoglio, oscuro e materico. I movimenti ricostruiscono gli episodi del dramma scespiriano seguendo precise traiettorie coreografiche. Suoni di campanacci, di pietre e di lamiere accompagnano specifici momenti della vicenda, come l’apparizione delle streghe o l’avanzata della foresta che sembra così l’incedere della forza della Natura.

Prodotto da Sardegna Teatro con la compagnia Teatropersona, “Macbettu” è interpretato da Fulvio Accogli, Andrea Bartolomeo, Leonardo Capuano, Andrea Carroni, Giovanni Carroni, Maurizio Giordo, Stefano Mereu, Felice Montervino.

Lo spettacolo è in tournée nazionale e continua a ricevere ottimi consensi da parte del pubblico e della critica.

Alessandro Serra fonda nel 1999 la Compagnia Teatropersona, con la quale comincia a mettere in scena i propri spettacoli che scrive e dirige, creandone le scene, i costumi e le luci. Il suoi lavori sono stati accolti con particolare interesse, e sono rappresentati in Italia, Francia, Svizzera, Corea, Russia, Polonia. Tra le sue creazioni: “Nella città di K” (2000), “Cechov non ha dimenticato” (2003), “Theresienstadt” (2005), “Beckett Box” (2006, Premio europeo Beckett & Puppet), “Il Principe Mezzanotte” (2009, Premio dell’Osservatorio critico degli studenti al Premio Scenario Infanzia), “Trattato dei manichini” (2009, Premio ETI Nuove Creatività; Premio Lia Lapini di scrittura di scena), “Aure” (2011), “Il Grande Viaggio” (2013, Premio del Pubblico al FIT Festival di Lugano).

* * *

Teatro Area Nord presenta:

Domenica 25 febbraio, ore 18

Teatro Politeama (via Monte di Dio, 80 – Napoli)

MACBETTU

di Alessandro Serra

tratto da: Macbeth di William Shakespeare

con: Fulvio Accogli, Andrea Bartolomeo, Leonardo Capuano, Andrea Carroni, Giovanni Carroni, Maurizio Giordo, Stefano Mereu, Felice Montervino.

traduzione in sardo e consulenza linguistica: Giovanni Carroni

collaborazione ai movimenti di scena: Chiara Michelini

musiche: pietre sonore Pinuccio Sciola

composizioni pietre sonore: Marcellino Garau

regia, scene, luci, costumi: Alessandro Serra

produzione: Sardegna Teatro, in collaborazione con compagnia Teatropersona

con il sostegno di Fondazione Pinuccio Sciola | Cedac Circuito Regionale Sardegna

Info: 0815851096 – 3401098705