Sei l’unica stella del mio cielo,
nella notte uggiosa e scura…
il riflesso in uno specchio,
barbaglio dell’anima pura.
Il crepitio di un fuoco,
nella grotta riscalda l’orso…
accompagna il suo rumore fioco,
e il tempo fa il suo corso.
C’è chi lascia un lumicino acceso
come segno di felicità…
e chi intraprende un viaggio inatteso,
dal percorso felice, senza pensar alla meta.
Chi vuoi che sia io se non un figurante,
che tiene il volto dietro il tuo…
è la luce del semplice amante,
ma il calore è mio e tuo.
Migrare verso nuovi scogli
e trepidanti aspettare la nuova alba…
avere montagne da scalare, tagli
sulle mani e nel cuore gocce di malva.
C’è il sapore del tuo risveglio,
sulle mie labbra al mattino…
soffice e odoroso petalo di un giglio,
sei la goccia di sole sul cuscino.
Segreti mai svelati, avvalorati
da credenze, come cibo nelle mense…
deplorevole rifiuto dell’uso di un aiuto,
mille luminose, in due anime e mille stanze.
Il cibo di Dei e la dolce ambrosia,
tu sei la mia Dea ed io il tuo unico piatto…
questo per diletto e un po’ per bramosia,
due anime due corpi, in un letto sfatto.

Francesco Quaranta è nato a Napoli. Nonostante l’indole, segue un percorso di studi tecnici. Riservato e di poche parole, ma socievole e curioso al contempo, ha collaborato con portali online dedicati alla poesia. Vive fra Parigi e Napoli, due città per certi versi gemelle e contraddittorie, piene di fascino, amore, ironia e speranza che riversa interamente nei suoi scritti.

Farepoesia” è uno spazio interamente dedicato ai versi scritti da Voi. Chiunque voglia far conoscere le proprie poesie, aforismi, racconti e chi lo desidera una breve biografia, può inviare tutto – in formato word – a info@napoliflash24.it.  Durante la settimana, saranno selezionate e pubblicate alcune poesie sulla nostra testata online, sulla pagina Facebook di Napoliflash24  e sulla pagina Twitter del nostro sito. Lo scopo di questo spazio poetico, è quello di far conoscere i poeti e gli scrittori tra i nostri lettori. Tutti possono “Farepoesia“, attendiamo solo di leggere i vostri versi e pubblicarli. A fine anno 2019, sarà possibile inoltre partecipare ad un concorso: i testi saranno selezionati da una giuria e premiati con una targa premio. “Farepoesia” sarà uno spazio che permetterà a chiunque, di esprimersi attraverso l’arte poetica. Chi non ha mai provato un’emozione davanti ad un tramonto, o pianto per la nascita di un figlio, o amato tanto fino a soffrirne? Tutti hanno la poesia dentro, dovete solo portarla alla luce.  Trasmettere significa portare alla luce.

Farepoesianapoliflash24poesiaSilvana Pesolatu donnaCONDIVIDI: Salva“Io sono leggenda” per #Holettoilfilm: libro o film?“Tempi Moderni”: poesia, letteratura, musica, cinema e naturalmente arte negli spazi di Palazzo Fruscione

A PROPOSITO DELL’AUTORE

Tourism & Culture

Tourism & Culture

POST CORRELATI