Otto eventi ed otto libri per riempire “Lo scaffale del MANN”: da oggi 23 ottobre partirà, al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, una rassegna culturale ad ingresso gratuito, che proporrà nuovi percorsi di approfondimento fra arte, letteratura, saggistica ed attualità.

Il primo autore a lasciare una propria opera  nella libreria reale (e simbolica) del MANN sarà Erri De Luca, che presenterà alle ore 17.30), nel Salone della Meridiana, il romanzo “Impossibile” (Feltrinelli, 2019).

Un vero e proprio nostos, quello dello scrittore napoletano, che riprenderà all’Archeologico il suo dialogo tra le dimensioni del passato e del presente: “Bentornato Erri De Luca nel suo Museo ‘necessario’, come lo ha definito nelle pagine dedicate al MANN in ‘Consiglio di pellegrinaggio’.  Siamo onorati di ospitare la presentazione del suo ultimo libro, che apre il nuovo ciclo di incontri ‘Lo scaffale del MANN’ e lo ringraziamo per averci ancora una volta toccato il cuore con la sua forza letteraria ricca di riflessioni sull’ umanità.

 Si legge con emozione in ‘Impossibile’: «Un manifesto del popolo curdo dice che la loro vittoria non dipende dal numero dei nemici uccisi, ma dal numero di quelli che si sono uniti a loro. Anche il nemico può rientrare nella fraternità».

Parole che, attraverso la descrizione del sentimento per lui ‘più politico’, appunto la fraternità, ci riportano al dramma dei nostri giorni e a quello a cui il Museo vorrà dar forza nei prossimi anni, alle «voci dei vinti»“, commenta il Direttore del MANN, Paolo Giulierini.