Il ritorno dalla sosta sarà terribile per un Napoli che già non vive una situazione tranquilla nelle ultime settimane. Tutto è scoppiato col caso ritiro, l’ammutinamento dei giocatori, il rifiuto di tornare a Castel Volturno e l’abbandono a sé stesso di Ancelotti, l’unico con il suo staff ad obbedire al volere della società. A quel caso post Salisburgo, col deludente pareggio casalingo in Champions, ne è seguito un altro con il nuovo Genoa di Thiago Motta, gettando benzina sul fuoco e generando fischi su fischi in un San Paolo sempre più impaziente di fronte a risultati che non arrivano al punto tale da vedere la classifica del Napoli come un qualcosa di impensabile ad inizio anno.

Le quote scommesse in vista del grande match di Champions ad Anfield Road non incoraggiano certo a pensieri positivi: Liverpool nettamente favoriti a quota 1.55, il pari viene pagato quattro volte la posta mentre l’impresa degli azzurri viene offerta a 5.75. Interessante sebbene poco probabile vita l’attitudine offensiva delle due squadre l’under a 2.15, molto più possibile e basso l’over a 1.62.

Il girone parla chiaro, al Napoli servono punti, sebbene possa bastare battere il Genk in casa nell’ultima giornata, dunque anche permettendosi di perdere in Inghilterra. Se però l’obiettivo di inizio girone, ovvero il primo posto, vuol essere perseguito ecco che sarà necessario andare a Liverpool cercando l’impresa. All’andata è riuscita, con quella che rimane la serata più bella e felice di questo tribolato inizio di stagione per i ragazzi di Ancelotti, con un 2-0 senza appello ai Campioni d’Europa in carica che però fanno paura.

Dominano la Premier League con otto punti di vantaggio ed hanno nell’ultima giornata annichilito il City di Guardiola, in casa, col punteggio di 3-1 dimostrandosi in una forma pazzesca. Per Ancelotti la necessità di ritrovare il suo Napoli, alcune certezze smarrite ma soprattutto, quella compattezza che ad oggi sembra una vera e propria chimera. Dovrebbe riuscire a farlo con alcune assenze pesanti, come quella del giocatore più in forma nel difficile recente periodo: Milik, sei gol nelle ultime cinque, alle prese con una pubalgia che sembra sia riscoppiata in Nazionale, dove non ha preso parte ai match on la sua Polonia. Anche per Mertens qualche problema, ma nulla che preoccupi.

La classifica piange, azzurri che già a novembre sembra debbano rinunciare a sogni tricolore, ma anche il posto in Champions League sembra a rischio con Atalanta e Lazio che volano e sono già discretamente distanti, senza dimenticare una Roma più avanti e fermata nell’ultimo turno a Parma solo dai tanti infortuni occorsi alla squadra di Fonseca.

Napoli cerca il riscatto in quattro terribili giorni, prima a San Siro con il Milan in crisi di Pioli e poi ad Anfiel Road contro il Liverpool di Klopp, la squadra ad oggi più forte e in forma al mondo.