Rumore medio pari a 62 decibel, perfettamente in linea con i dati della regione Campania, dove sono state effettuate oltre 200 misurazioni dagli utenti tra febbraio e luglio 2020: sono queste le evidenze
sulla città di Napoli emerse dal noise tracker dell’APP Amplifon “Ci Sentiamo Dopo”, lanciata dall’Azienda lo scorso
gennaio con l’obiettivo di realizzare la prima mappa crowd-sourced dell’ecologia acustica del nostro Paese e sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’ascolto consapevole.
Le rilevazioni napoletane hanno dimostrato come il problema dell’inquinamento acustico rappresenti, ancora oggi, una tendenza diffusa nelle città italiane – comune sia a luoghi chiusi sia a spazi aperti e pubblici –
confermando la necessità di promuovere messaggi di prevenzione sul benessere uditivo e sulla cultura dell’ascolto responsabile a partire dalla fascia più giovane della popolazione, il più delle volte maggiormente esposta e meno consapevole .
Stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità indicano, infatti, che oltre 1 miliardo di giovani tra i 12 e 35 anni siano a rischio di problemi di udito a causa dell’esposizione incontrollata al rumore1