Trentacinque anni fa Michael Jackson e Lionel Richie firmavano una delle canzoni di maggior successo dell’intera storia del pop, “We Are The World. Prodotto dal leggendario Quincy Jones, il brano venne inciso dal supergruppo USA for Africa – dove “U.S.A.” stava per ‘United Support Artists‘ – costituito da 45 protagonisti e celebrità del mondo della musica. Oltre 100 milioni di dollari vennero raccolti grazie alla pubblicazione del singolo e interamente devoluti alle popolazioni dell’Etiopia, colpita da una drammatica carestia. Con oltre 20 milioni di copie vendute, il 45 giri “We Are The World” raggiunse le vette delle classifiche di tutto il mondo e si trasformò nel brano più venduto nella storia della musica fino a quel fatidico 1985, prima di conquistare anche 4 Grammy Awards in altrettante categorie.

Pochi mesi prima della sua pubblicazione, sul finire del 1984, il songwriter Bob Geldof si faceva promotore della nascita di LIVE AID, evento-simbolo della musica-live degli anni Ottanta e dell’intera storia del rock internazionale, di cui “We Are The World” divenne colonna sonora accanto alla canzone “Do They Know it’s Christmas?” del supergruppo britannico Band Aid: il LIVE AID fu il più ambizioso progetto di trasmissione satellitare internazionale mai realizzato fino all’epoca, con circa due miliardi di telespettatori in 150 Paesi del pianeta.

 Sabato 23 maggio 2020 (dalle 18.00 alle 19.00) la canzone di USA for Africa sarà al centro del sesto “Appuntamento con la Torre della Comunicazione“, ciclo di incontri settimanali che si tengono on-line sulla piattaforma didattica dell’Università degli Studi ‘Suor Orsola Benincasa’ di Napoli ogni sabato pomeriggio e che sono curati dal giornalista e docente universitario Michelangelo Iossa, responsabile branding e comunicazione della Torre della Comunicazione dell’ateneo suororsolino.

Ospite speciale della lezione sarà lo scrittore e docente di Storia dell’Arte Luca Izzo, biografo italiano di Michael Jackson e autore – con Michelangelo Iossa – del volume “Michael Jackson – la storia e l’eredità artistica” pubblicato da Arcana Edizioni nel 2019, in occasione del decennale della scomparsa di Jackson.