Il passato ed il presente non sono mai separati da una linea netta. Noi siamo loro e loro sono noi. Questo è  il fulcro del testo ironico, che provoca le coscienze. “Acqua di Colonia”, scritto, diretto e interpretato da Elvira Frosini e Daniele Timpano, che ha debuttato nel 2016 al Romaeuropa Festival, arriva a Napoli sabato 14 aprile alle ore 20,30 e domenica 15 alle ore 18 per la stagione 2017-18 del Teatro Area Nord.  «Il colonialismo italiano si riduce nell’immaginario collettivo ai 5 anni dell’Impero Fascista», scrivono gli autori nelle note di regia. Questo può apparire come «cose sporche sotto il tappetino… tanto erano altri tempi, non eravamo noi», proseguono. «È acqua passata, acqua di colonia, cosa c’entra col presente? Eppure», concludono, «ci è rimasta addosso come carta moschicida, in frasi fatte, luoghi comuni, nel nostro stesso sguardo. Somalia, Libia, Eritrea, Etiopia... “noi” con “loro” non c’entriamo niente». «Ma i profughi, i migranti che oggi ci troviamo intorno, sull’autobus e per strada», si domandano Frosini e Timpano, «anche loro sono astratti, immagini, corpi, identità la cui esistenza è irreale? La verità è che non riusciamo a giustificarli nel nostro presente. Come un vecchio incubo che ritorna, incomprensibile, che ci piomba addosso come un macigno».

Sabato 14 aprile alle ore 20,30 e domenica 15 alle ore 18

Teatro Area Nord – via Nuova dietro la Vigna, 20 – NAPOLI

L’ironia del duo Frosini-Timpano in “Acqua di Colonia”, riflessione sugli effetti sul presente del colonialismo italiano

Parcheggio custodito gratuito + servizio navetta gratuito e servizio di babyparking su prenotazione (per info: 333.5496507)

INFO Tel. 0815851096 – 340.1098705 – teatriassociatinapoli@gmail.com –

www.teatriassociatinapoli.it