Sesta giornata di esistenza e resistenza per Linea d’Ombra Festival a Salerno. La giornata di oggi, giovedì 29 ottobre, è iniziata alle 10 con la terza giornata del workshop “CGI 3D e Compositing 2D a cura di IMMAGINARTI che sta coinvolgendo gli studenti del liceo artistico Sabatini Menna di Salerno collegati sulla piattaforma Zoom, mentre al Giardino della Minerva è proseguito il “Laboratorio sull’audiovisivo” finalizzato alla realizzazione di un documentario sulla Scuola Medica Salernitana.

Le luci della Sala Pasolini si accenderanno alle ore 21 per l’incontro con gli scrittori Camilla Baresani e Diego De Silva dal titolo “Parole mancate: segnali d’allarme della crisi di coppia”. A moderare sarà la giornalista Giovanna Di Giorgio. Un dialogo a tre voci, accompagnati dalla musica di Paolo Sessa (chitarra), Alessandro De Marino (macchine e sax midi), Antonella Manzo (flauto traverso), sul tema della crisi e del complesso universo delle relazioni sentimentali. In sala non ci sarà il pubblico, così come previsto dalle recenti disposizioni dell’ultimo DPCM, ma sarà possibile seguire l’evento collegandosi sia alla pagina social del festival facebook.com/LDOsocial sia alla piattaforma lineadombrafestival.video

Più di 500 sono gli iscritti alla piattaforma
lineadombrafestival.video e più di 53mila sono le persone che ci stanno seguendo dalla pagina Facebook numeri che ci fanno capire che abbiamo fatto la scelta giusta: andare avanti con la sala vuota e scommettere sul digitale senza toccare minimamente la qualità dell’offerta. Per questo il nostro grazie va a tutti gli ospiti che si stanno mettendo in gioco con noi”. Hanno commentato i due direttori, Peppe D’Antonio e Boris Sollazzo 

I singoli eventi stanno registrando circa 2000 risposte mentre le live hanno raggiunto quota 13mila utenti con una partecipazione costante. Negli ultimi giorni sono state raggiunte 154mila persone.

Ieri (mercoledì 28 ottobre) ospite della quinta giornata, Francesco Bruni, autore di tante interessanti pagine della commedia all’italiana. Giunto alla regia con meravigliosi romanzi di formazione ha fatto vincere un David di Donatello all’attore Giuliano Montaldo.

Tra i nomi del cinema italiano che in questi giorni ha voluto confermare la sua presenza anche se a distanza è stato l’attore Alessandro Borghi, in collegamento dalla casa romana. Più che un’intervista vera e propria con il direttore artistico Boris Sollazzo, Borghi si è lasciato andare ad un confronto tra amici dando anche qualche
anticipazione. “Siamo riusciti a tirare su il nuovo film di Michele Vannucci”.

A Linea d’Ombra ha rivelato anche quale sarà il suo ruolo, vestirà i panni di un pescatore. Sulle attuali restrizioni Borghi ha aggiunto: “A marzo non sapevamo quello che sarebbe successo e sono stati i tre mesi più tristi della mia vita. Adesso sono molto più triste di marzo perché mentre prima stavamo andando incontro a qualcosa che non conoscevamo e ci stava distruggendo adesso la conosciamo e ci sta distruggendo comunque. Quindi, mi piace l’idea di stare seduto in una sala ma smettiamo di raccontarci che in questi mesi sono tornati tutti a cinema e non possono vivere senza. Se c’è bisogno di stare un mese con le sale chiuse, facciamolo, poi si ritorna a vivere, forse, come tutti avremmo voglia di fare”.  

XXV Linea d’Ombra Festival, a Salerno dal 24 al 31 ottobre 2020. 

Sito web ufficiale https://www.lineadombrafestival.it
https://www.lineadombrafestival.video|

Canali social ufficiali
https://www.facebook.com/LDOsocial/

https://www.instagram.com/LDOsocial/ 

https://twitter.com/LDOsocial/ 

https://www.youtube.com/c/lineadombrafestival