Settimana ricca di interessanti appuntamenti alla libreria di tutti “IoCiSto“, in via Cimarosa 20, Piazza Fuga – Napoli

Giovedì 12 dicembre 2019 ore 18:00
Hello, Jesus! di Sergio Staino
Giunti Editore

Intervengono con l’autore la scrittrice Mara Fortuna, il parroco del Rione Sanità Don Antonio Loffredo e il Direttore del Comix Mario Punzo.

Genuino, inquieto e un po’ naïf, questo Jesus moderno, che ci fa ridere, dubitare e pensare. Vive in una Nazareth appena italianizzata (o forse è il contrario?) ed è un uomo del nostro tempo, con una schiettezza disarmante e una propensione “inspiegabile” per il deserto e il wi-fi, uno strampalato amico di nome Peter con cui condivide la passione per Bob Dylan e la chitarra, una mamma un po’ troppo giovanile preoccupata per i capelli incolti del figlio e per la sua assurda idea di diventare profeta (con tutti i profeti disoccupati in giro per la Galilea!), e infine una figura paterna burbera e bonaria come Joseph, tanto simile a Bobo, a cui sarà impossibile non affezionarsi.


Venerdì 13 dicembre 2019 ore 18:30
 “Fine” di Giuseppe Civati e Marco Tiberi
Con l’autore i soci della libreria Carla Majorano, architetto e membro di Fare Decrescita Napoli e Adolfo Fattori, sociologo e futurologo.

“Sara attraversa la Terra che si ribella ai suoi inconsapevoli abitanti, mentre i cambiamenti climatici costringono tutti a cambiare per cercare di sopravvivere. Un’avventura che si dipana tra saggio e racconto, nella distopia di un domani senza domani come riflessione sugli errori e le omissioni del presente. Un romanzo di trasformazione delle cose e delle persone che accende una luce su tutti i rimpianti che possiamo ancora evitare”.


Sabato 14 dicembre 2019 ore 11:30
L’Oroscopo 2020 di Simon and The Stars

Torna in libreria Simon and The Stars! Come in un viaggio sulla macchina del tempo, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale per comprendere meglio il presente . In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare a quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale che aiuta a comprendere meglio le tematiche principali del 2020. E, soprattutto, a mettere a fuoco la conquista che ogni segno deve raggiungere nel proprio percorso di crescita e maturazione. Insomma, ci sono le previsioni… ma non solo. Perché lo scopo di questo libro è emozionarvi, ispirarvi e farvi rileggere in una nuova chiave alcuni passaggi salienti della vostra vita. Tra passato, presente e futuro. Se ci riuscirà, avrà colto nel segno! Zodiacale e non!


Sabato 14 dicembre 2019 ore 18:00

“Last but not least”di Chiara Valerio
Il cuore con si vede
Intervengono con l’autrice la scrittrice Valeria Parrella e il giornalista Pierluigi Razzano.

Andrea Dileva, quarantenne, studioso, curioso, professore di greco, si sveglia un giorno senza il cuore. Laura vive con lui, è abituata alle sue mancanze, ma questa proprio non se l’aspettava. Carla in teoria sarebbe la sua amante, ma a casa ha un cane, un bimbo, un marito, e poi con il corpo di Andrea ha sempre avuto un rapporto difficile, in fin dei conti le va bene anche cosí. Forse Simone avrebbe la fantasia per capire com’è che l’amico di mamma sta perdendo i pezzi, d’altronde è stato proprio lui a raccontargli storie di leviatani giganti e donne con la coda di pesce. Ma Simone ha otto anni e nessuno ha chiesto il suo parere. Andrea cerca dappertutto una storia che assomigli alla sua, senza trovarla: eppure era convinto che la mitologia fosse l’archetipo di ogni cosa. Certo, se l’umanità intera ha il terrore di morire, deve prendere atto che per lui è diventato impossibile. Come può smettere di battere un cuore che non c’è piú? Chiara Valerio racconta con una leggerezza rara le metamorfosi delle relazioni e la loro meccanica involontaria. Se la storia di un uomo che scompare scintilla di ironia e passione, questa è l’occasione della letteratura. «Carla lo voleva fino a un certo punto, e lui la voleva da un certo punto in poi. Dunque, per loro due, quel punto era l’unica possibilità». Una mattina, dopo sogni inquieti, Andrea Dileva si sveglia senza cuore. Non è morto, certo, ma forse non è vivo. Semplicemente sta scomparendo sotto gli occhi severi e distratti delle (troppe?) donne che gli stanno intorno. Perché siamo fatti di legami oltre che di tendini, muscoli e ossa. Di allegrie immotivate, mancanze, ferite, amori imperfetti. Un vorticante romanzo quasi sentimentale sulle cose che ci uccidono e le persone che ci tengono in vita.