Finalmente! I tifosi azzurri possono tirare un gran sospiro di sollievo, il Napoli è tornato. Veloce, cattivo, concentrato e determinato, 2 a 0: Un risultato ottimo per la Roma considerata la quantità di palle gol creata dalla squadra di mister Benitez. Il tecnico spagnolo è un grande amico e maestro di Garcia, dai tempi dello stage a Valencia e questa volta, possiamo tranquillamente dirlo, l’allievo ha ancora tanto da imparare. La sconfitta con il Bayern pesa, e condiziona il momento negativo della stagione giallorossa, al San Paolo(blindatissimo con polizia ovunque e elicotteri in stile Apocalypse now), la squadra di Totti & co. quasi non si è vista: Sbagliato l’approccio alla gara e fallito ogni tentativo di imporre il gioco sulle fasce. Demeriti della Roma ma soprattutto meriti del Napoli che con una grandiosa semirovesciata al 3′ minuto di Gonzalo Higuain, mette in chiaro le cose: Oggi vogliamo vincere! Tante le occasioni sprecate nel primo tempo, con le traverse di Hamsik e Callejon e la conclusione  di Insigne(autore della sua miglior partita in maglia azzurra) neutralizzata da un miracoloso De Sanctis. Sembrava la solita gara del Napoli poco cinico e diciamo anche poco fortunato sotto rete, tra i fischi del San Paolo nei confronti dei giallorossi aleggiava la paura per una reazione della Roma nella ripresa, reazione che non c’è stata, eccezion fatta per la conclusione di Florenzi parata da Rafael(finalmente!). Dopo il salvataggio del rude Nainggolan sulla linea di porta, sul cucchiaio di Callejon, servito da Koulibaly, autore di una fenomenale sgroppata olimpionica in contropiede, il pubblico ha capito che per chiudere il match c’era bisogno ancora una volta di far valere il fattore campo. E all’85’, Callejon, dopo tanti errori, a tu per tu con De Sanctis non sbaglia: Partita chiusa, Roma annichilita.
La squadra migliora di giornata in giornata, la difesa è più rocciosa, il centrocampo sta finalmente trovando un equilibrio, per l’attacco che dire, parlano i numeri.
Il maestro Benitez, osannato dai suoi tifosi, si prende un’enorme rivincita, alla decima giornata è ancora tutto in gioco, il Napoli è a meno 4 dalla Roma, può ancora succedere di tutto. Società, squadra e tifosi, devono imparare da questi bei momenti, per farsi forza quando torneranno le difficoltà e cercare di non rimettere sempre tutto in discussione.
Complimenti ancora una volta al pubblico di fede azzurra che, protagonista di una grande giornata di calcio e di sport, ha smentito l’allarmismo di questi giorni e lo spropositato schieramento di forze dell’ordine intorno all’impianto di Fuorigrotta. La vittoria è dedicata a Ciro, ai suoi amici, ai suoi familiari e ai suoi compagni di gradinata.
NAPOLI-ROMA 2-0
NAPOLI
Rafael, Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, David Lopez, Jorginho, Hamsik, Callejon, Insigne, Higuain. All.Benitez
ROMA
De Sanctis, Torosidis, Manolas, Mapou, Cholevas, Pjanic, Keita, Nainggolan, Florenzi, Totti, Gervinho. All.Garcia
GOL: 3’Higuain, 85’Callejon.

A proposito dell'autore

Fabio Ferraro

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati