Anche il comune di Massa Lubrense, nel napoletano, è stato premiato nella categoria “Migliore raccolta degli imballaggi in plastica”, nella XXIV edizione dei “Comuni Ricicloni” di Legambiente. Consegnati premi speciali anche ai Comuni di Chiari (BS), La Maddalena (SS).

Il nostro Pianeta ha davanti una grande sfida – ha dichiarato il Presidente di Corepla, Giorgio Quagliuolopromuovere e consolidare un nuovo modello di crescita sostenibile che diventi cultura diffusa universale sulla base degli obiettivi dell’agenda 2030 dell’Onu. Potremo farcela solo perseguendo un modello di sviluppo sostenibile sotto il profilo ambientale, sociale ed economico. In questa importante sfida, noi di Corepla cerchiamo di dare il meglio contribuendo con azioni concrete allo sviluppo sostenibile del nostro Paese. E’ necessario alimentare questa ‘rivoluzione’ reiterando le buone pratiche già affermate e incoraggiando quelle innovative. Per fare ciò – ha continuato Quagliuoloserve il supporto di tutti, dal mondo politico alle imprese e, ancora, ai cittadini. I Comuni premiati quest’anno, Chiari, La Maddalena e Massa Lubrense, si sono distinti per la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, sia in termini di quantità che di qualità. Un risultato importante, che evidenzia come le buone abitudini di raccolta dei cittadini si traducano in benefici ambientali ma anche economici per la collettività”.


La Campania si posiziona nel 2019 tra le prime regioni italiane per raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, con un valore pro capite di 24,3 kg/ab/anno con una crescita di oltre il 16% rispetto al 2018. Tra i tanti comuni, piccoli, medi e grandi, che hanno reso possibile questo risultato c’è il Comune di Massa Lubrense, 14.000 abitanti, che con il costante impegno nel miglioramento della raccolta differenziata ha contribuito attivamente all’incremento delle quantità di imballaggi in plastica raccolte. Il servizio porta a porta di raccolta del multimateriale realizzato sul territorio comunale non solo si distingue per l’elevata qualità ma anche per gli elevati quantitativi che portano il pro capite del comune a 27,8 kg/ab/anno.