Saranno intitolate a Pietro Mennea le Universiadi di Napoli 2019. Ad annunciarlo stamane durante la della conferenza stampa per la 3 giorni di lavori dell’Heads of Delegations Meeting, è stato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, spiegando che la XXX edizione dei giochi sarà dedicata al grande velocista italiano, deceduto nel 2013. L’atleta, esattamente 40 anni fa durante l’edizione delle Universiadi di Città del Messico 1979, stabilì il record mondiale sui 200 metri piani maschili con il tempo di 19″72, infranto poi solo nel 1996 da Michael Johnson ma che ancora oggi resiste come record europeo.


«Ci auguriamo di avere anche qui risultati sportivi di analogo valore», ha aggiunto De Luca che oggi è intervenuto all’incontro con i capi delegazione dei Paesi che parteciperanno alle Universiadi di Napoli 2019. Intanto, sempre questa mattina, è arrivato l’annuncio che il Santo Padre benedirà la fiaccola dei giochi, nel corso della tappa romana del percorso della stessa. Il fatto non stupisce, anche perché si sa quanto i giovani stiano a cuore a Bergoglio, che vuole così dare un segno forte e tangibile della sua vicinanza a loro.