Giovedì 31 ottobre, venerdì 1 e sabato 2 novembre

con partenze ogni ora dal calar del sole fino a tarda sera.

Anche a Napoli si respira aria di Halloween soprattutto grazie alla manifestazione Halloween Napoletano, organizzata dall’associazione culturale Insolitaguida Napoli, sempre attenta a mostrare una Napoli fuori dagli schemi. Tre gli eventi in programma:
L’Halloween cicchetto tour è una rivisitazione della famosa passeggiata narrata Napoli: un fantasma in ogni vicolo arricchita per la famosa notte delle streghe con soste cicchetto e indovinelli/giochi. Ad accompagnare i partecipanti ci penseranno delle vere e proprie streghe che guideranno il gruppo con la tenue luce di candele, che, secondo la tradizione, permettono di meglio cogliere i rapidi movimenti di tutte le figure misteriose che popolano il centro storico di Napoli. La passeggiata, riservata agli adulti,  è in programma nei giorni giovedì 31 ottobre, venerdì 1 e sabato 2 novembre con partenze ogni ora dal calar del sole fino a tarda sera.

Non poteva mancare una cena-spettacolo a tema: Halloween … con delitto; la cena ( e soprattutto il delitto) andrà in scena giovedì 31 ottobre, venerdì 1 e sabato 2 novembre nelle “segrete” del Teatro dei Lazzari Felici ( Vico S.Maria dell’Aiuto 17, a due passi da Largo S.Maria la Nova – zona Monteoliveto).

E per i più piccoli Dolcetto o scherzetto?  è una doppia attività ( visita guidata + laboratorio)  adattata per i bambini  in programma nelle mattine di venerdì 1 e sabato 2 novembre. I partecipanti verranno guidati nei vicoli della città, pronti a spaventare i passanti e ad ascoltare storie di spiriti partenopei storie, curiosità sulla festa di Halloween e sul rapporto con i morti tra i paesi anglosassoni e Napoli; nel corso del percorso saranno impegnati in attività ludiche che terranno viva l’attenzione dei partecipanti. Non mancherà, tra l’altro,  il “famoso” dolcetto o scherzetto? Dopo il tour (della durata di circa 1 ora)  un mostruoso laboratorio attenderà i bambini che verranno condotti presso il Teatro dei Lazzari Felici, trasformato per l’occasione in una location horror, per un laboratorio dove un’insolita e birbante streghetta insegnerà loro come creare una pozione magica personalizzata! Al fine di rendere tutto più “terrificante” si invitano i partecipanti a venire in abiti e maschere spaventose e, ove necessario, le insolite streghe provvederanno a completare il travestimento.
Per tutti gli eventi occorre prenotare al 338 9652288 o tramite il sito web www.insolitaguida.it


Venerdì e sabato 1 e 2 novembre 2019

 La Chiesetta di Santa Luciella ai Librai aprirà ai visitatori nelle ore serali con visite guidate recitate, in collaborazione con la compagnia teatrale “La Caverna”. 

La chiesetta di Santa Luciella non è solo un edificio fatto di pietre ma soprattutto un luogo che custodisce storie, preghiere, vicende personali accadute nell’arco dei secoli. Lo spettatore incontrerà, durante il percorso di visita, le anime di chi ha affidato al Teschio con le orecchie, messaggero tra il mondo dei vivi e l’aldilà,  le proprie richieste e disperate speranze. Nessun palcoscenico ne quinta teatrale, unicamente un contatto diretto tra pubblico e spirito. Ci troviamo pur sempre in un luogo di sepoltura, in una Napoli da sempre legata al culto dei morti tra riti e superstizione, e nei giorni dedicati alle anime dei defunti, saranno loro a ripercorrere la propria vita. La chiesa fu fondata nel 1327 per volere del consigliere reale degli Angiò, Bartolomeo di Capua, ma acquisisce la sua configurazione attuale con un rimaneggiamento settecentesco dovuto alla  Corporazione dei Pipernieri, Tagliamonti e Fabbricatori che a Santa Lucia avevano affidato la protezione della vista, messa a rischio dal proprio mestiere.

Per partecipare alla serata è previsto un contributo di 8 euro che sarà impiegato per proseguire i lavori di restauro attivi nella chiesetta.

Prenotazione obbligatoria: 3314209045 – respiriamoarte@gmail.com

Orari: 19:00; 20:00; 21:00; 22:00.

Visite guidate ogni 60 minuti per gruppi di max 20 persone. 

Dove: Chiesetta di Santa Luciella ai Librai, vico Santa Luciella ai Librai n.5


31 ottobre 2019

L’Ospedale delle Bambole si prepara alla giornata più paurosa dell’anno con un evento dedicato alle storie tradizionali di paura della città partenopea. In occasione di una visita speciale, possibile in due
fasce orarie (11-12 e 15.30-16.30), si potrà non solo visitare il Museo ed il Laboratorio dell’Ospedale delle Bambole, ma anche ascoltare alcuni racconti sulla nascita dei misteriosi personaggi illustri che si aggirano per i
nostri quartieri. Uno su tutti il “monaciello”.
Sarà una visita guidata, raccontata con la stessa passione che da anni caratterizza questo luogo che affascina i bambini da 0 a 99 anni. La nostra realtà, nata dalle esperte mani del dottor Luigi Grassi nel 1895, si è oggi
trasformata in una nuova realtà museale di 140mq. Un luogo dove il fascino si mescola spesso anche al mistero.
Una location perfetta, quindi, per accogliere i visitatori più coraggiosi e pronti a lasciarsi trascinare nel mondo delle antiche leggende. Un evento su prenotazione e per un numero limitato di ospiti.
Per info: 081 18639797


Venerdì 1 novembre – Ore  10:30 

IL CIMITERO DELLE FONTANELLE: VISITA ALL’ANTICO OSSARIO DELLE FONTANELLE 

Il percorso si svolgerà nell’antico ossario sito nel cuore del Rione Sanità, nella zona scelta per la necropoli pagana e più tardi per i cimiteri cristiani. Il sito conserva da almeno quattro secoli i resti di chi non si poteva permettere una degna sepoltura e delle vittime delle grandi epidemie che hanno più volte colpito la città. In quest’area erano dislocate numerose cave di tufo, utilizzate fino al 1600, per reperire il materiale costruttivo. Lo spazio delle cave di tufo fu usato a partire dal 1656, anno della peste, flagello che provocò almeno trecentomila morti, fino all’epidemia di colera del 1836. A tali resti si aggiunsero anche le ossa provenienti dalle cosiddette “terresante”. Il canonico Andrea De Jorio racconta che verso la fine del Settecento tutti quelli che avevano i mezzi lasciavano disposizioni per farsi seppellire nelle chiese. Qui però spesso non vi era più spazio sufficiente, accadeva, allora, che i becchini ponevano i defunti in una delle tante cave di tufo. Tuttavia, in seguito alla improvvisa inondazione di una di queste gallerie, i resti vennero trascinati all’aperto, allora le ossa furono ricomposte nelle grotte ed il luogo restò destinato ad ossario della città. Oggi si possono contare 40.000 resti, ma si dice che sotto l’attuale piano di calpestio vi siano compresse ossa per almeno quattro metri di profondità, ordinatamente disposte, all’epoca, da becchini specializzati.

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento ingresso della fermata Materdei della Metropolitana Linea 1 (p.zza Scipione Ammirato) – Napoli

12:30 Fine della visita guidata

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


Sabato 2 novembre – Ore  10:30

CHIAIA LIBERTY: STORIA, ARTE ED ELEGANZA IN RIVA AL MARE 

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in un percorso che si snoda nell’antico borgo di Chiaia alla ricerca delle più felici espressioni dell’architettura “floreale” napoletana tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento tra sinuosità di linee, vivacità dei colori e nuovi materiali. 

Storie di nobiltà decaduta, borghesi affermati, speculatori da pochi scrupoli si intrecceranno lungo le strade di nuova costruzione e antichi percorsi presso il mare, per raccontare un pezzo di storia di Napoli, dopo aver perso il ruolo di capitale e nel faticoso tentativo di affermarsi nel nuovo panorama unitario, facendo dialogare la sua lunga tradizione culturale con i nuovi fermenti provenienti da altre latitudini attraverso la realizzazione di opere di notevole fascino.

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento con gli operatori SIRE Coop presso ingresso Chiesa di S. Caterina a Chiaia, via S. Caterina 76 – Napoli

12:30 Conclusione delle attività

INFO E PRENOTAZIONI: 392 2863436


DOMENICA 3 NOVEMBRE – ORE 10:00 

VIAGGIO NELL’ARISTOCRAZIA ROMANA: LA VILLA DI POPPEA AD OPLONTI 

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito al sito di Oplonti, la cooperativa Sire invita tutti ad un emozionante viaggio archeologico: conosceremo la meravigliosa Villa di Poppea, un dedalo di ambienti caratterizzato da porticati, cucine, saloni, giardini e meravigliosi affreschi, dove potrete rivivere a pieno la sensazione di camminare in un’antica villa romana, probabilmente appartenuta a Poppea Sabina,  seconda moglie di Nerone.

PROGRAMMA

10:00 Raduno presso l’ingresso Scavo archeologico di Oplonti in via Sepolcri a Torre Annunziata  (che è poco distante dalla fermata della circumvesuviana, fermata “Torre Annunziata/Oplonti”)

12:00 conclusione attività

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO euro 9,00 (Incluso di auricolari, ingresso al sito gratuito).      

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


DOMENICA 3 NOVEMBRE – ORE 10:45 

VILLA REGINA E L’ANTIQUARIUM DI BOSCOREALE: VITA QUOTIDIANA ALL’OMBRA DEL VESUVIO

La cooperativa SIRE propone una visita a Villa Reginariaperta dopo diversi anni di chiusura: si tratta dell’unica villa rustica visitabile delle numerose fattorie specializzate nella produzione agricola presenti sul territorio pompeiano, in questo caso nella produzione del vino. E’ composta da vari ambienti disposti sui tre lati di un cortile che ospita la cella vinaria con diciotto dolia per la conservazione del vino. Nella villa si conservano alcuni calchi degli infissi in legno di porte e finestre.  Gli ambienti pregiati della Villa, oltre  all’ampio porticato, al torcularium con i calchi del torchio, la vasca di premitura ed il contenitore per la raccolta del mosto; includono il triclinio, la cucina, un vano di servizio , il granaio per la conservazione di fieno, cereali e legumi. Il piano di calpestio dell’area circostante la villa è costituito dal terreno agricolo del 79 d.C., che conserva le tracce delle antiche coltivazioni e di cui sono stati eseguiti i calchi delle radici di vite, ripiantate per la ricostruzione dimostrativa dell’impianto. Al termine della visita ci sposteremo presso l’ Antiquarium che illustra la vita e l’ambiente dell’epoca romana nell’agro Vesuviano.

PROGRAMMA

10:45 Appuntamento all’ingresso degli scavi,  viale Villa Regina, Boscoreale

12:45 conclusione attività

Il sito è raggiungibile anche con la Circumvesuviana (linea Napoli-Sorrento, fermata Villa Regina) da cui dista circa 10 minuti a piedi.

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO euro 9,00 (Incluso di auricolari, ingresso al sito gratuito).

In occasione delle aperture gratuite, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa, potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito. Pertanto l’inizio della visita guidata sarà in relazione a tale situazione.

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436