DOMENICA 31 MARZO – 10:45

SURRENTUM – VACANZE DA IMPERATORI, VISITA ALLA MOSTRA DI VILLA FONDI A PIANO DI SORRENTO

La visita riguarderà Villa Fondi, a Piano di Sorrento, e il suo Museo. Costruita nel 1840 dal Principe di Fondi don Giovanni Andrea De Sangro in stile neoclassico, la splendida struttura è preceduta da un ampio parco costruito su di un suggestivo costone tufaceo a picco sul mare, da cui si gode di un fantastico panorama sul golfo. La villa, acquistata dal comune di Piano di Sorrento, oggi ospita il Museo Archeologico Territoriale della Penisola sorrentina George Vallet che custodisce reperti dal II millennio a.C. al l’età romana.

Ville marittime che le élite imperiali romane avevano costruito in tutto il golfo di Napoli erano affacciate su panorami mozzafiato, sontuosamente decorate. Da quella che si trovava tra Capo di Massa e Punta Campanella arriva uno dei riferimenti più celebri, il raffinato Ninfeo databile intorno al 50 d.C. che, con una complessa rappresentazione a mosaico di un giardino fiorito popolato di uccelli, pesci e natura morta, alternava nicchie dalle pareti a fontane e zampilli. Esposto fino ad ora in parte nei giardini della villa, la parte mancante è finalmente esposta per la prima volta in Penisola Sorrentina, all’interno del museo. Un’installazione multimediale molto suggestiva ricostruisce per intero l’effetto che doveva avere al tempo, tra colori vividi e cascate d’acqua. Il Ninfeo sarà una delle tappe della visita all’intero museo e alle magnifiche testimonianze custodite.

PROGRAMMA

10:45 – Appuntamento al cancello di ingresso del parco del Museo (Villa Fondi) – Via Ripa di Cassano, 1, 80063 Piano di Sorrento NA

12:45 – Fine della visita guidata

COME ARRIVARE

CON LA CIRCUMVESUVIANA_Linea Napoli-Sorrento, fermata “Piano di Sorrento”. Consigliamo il treno con partenza da piazza Garibaldi alle ore 9:09 e arrivo alle ore 10:13. Il museo dista circa 15 minuti a piedi dalla fermata. Da ia della stazione percorrere via San  Michele e via Francesco Ciampa fino al belvedere di via Ripa di Cassano, dove c’è l’ingresso della Villa.

IN AUTO_Autostrada A3 (uscita Castellammare di Stabia), Stada Statale 145 “Sorrentina”.

Possibilità di parcheggio custodito a pagamento a pochi metri dall’ingresso della villa (in via delle Rose)

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


DOMENICA 31 MARZO – ORE 10:30 

IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA MARIA LA NOVA, L’ARTE RINASCIMENTALE… E IL MISTERO DELLA TOMBA DI DRACULA

La visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli, ci condurrà alla scoperta dell’antico convento che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artisti della Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. La chiesa, detta la Nova per distinguerla da quella che un tempo sorgeva nel luogo dove venne poi edificato Castel Nuovo, venne fondata in stile gotico dai Frati Minori nell’ultimo quarto del Duecento sul terreno donato loro da Carlo I d’Angio’ nel 1279 e fu completamente rifatta a partire dal 1596. Da segnalare, tra le innumerevoli bellezze artistiche racchiuse nella chiesa, vi è sicuramente lo splendido soffitto a cassettoni in legno dorato, nel quale sono incassate quarantasei tavole dipinte, fra il 1598 e il 1603, dai più importanti artisti napoletani dell’epoca, vera e propria antologia della pittura napoletana prima di Caravaggio. Dell’antico complesso conventuale visiteremo inoltre il chiostro di San Giacomo, che presenta volte affrescate e numerosimonumenti funerari lungo le pareti. In particolare, il chiostro piccolo è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula. La vicenda ha già attirato un enorme numero di visitatori a caccia della tomba del conte.

PROGRAMMA

10:30 Raduno partecipanti presso largo Santa Maria La Nova, Napoli

12:30 Fine della visita guidata

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


Domenica 31 marzo

Scale di Napoli: dal Petraio a Chiaia, tra storia e poesia

Un tour davvero suggestivo, che parte dalle scale del Petraio e percorre una Napoli panoramica e poco nota: il termine PETRAIO fu ascritto a questa zona a causa delle piogge alluvionali che vi depositavano i ciottoli; successivamente vi si sviluppò tutto intorno il borgo.
Incontreremo lungo il percorso a tappe numerosi palazzi storici (come il Palazzo rosa dei Cellammare), chiese, il Conservatorio di Santa Caterina a Chiaia, e panorami mozzafiato, dove una lettrice professionista ci narrerà storie e leggende legate a questi luoghi.

Incontro: esterno fermata Petraio della funicolare centrale, ore 11.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al 329.2027359 (tel – sms – whatsapp) oppure scrivendo asecretaneapolis@libero.it, entro sabato 30
*Si consigliano scarpe e abbigliamento comodo

Contributo associativo (guida + lettrice)
Adulti: € 8
Soci: € 6
Under 18 e Over 65: 5 €
Bambini fino a 12 anni: GRATUITO

COME ARRIVARE: da Napoli o da Piscinola – Linea1 metropolitana, fermata Vanvitelli, poi dirigersi nella vicina piazzetta Fuga, prendete la Funicolare Centrale e scendete alla seconda fermata PETRAIO (ATTENZIONE a NON prendere la funicolare di Chiaia, quella che porta a Piazza Amedeo).
– dalla stazione Garibaldi, stessa cosa: prendete LINEA1 della Meropolitana e seguite le indicazioni di cui sopra.


Domenica 31 marzo ore 10.00

Le edicole votive e la religiosità Napoletana 

Una visita guidata per il centro antico alla scoperta e alla riscoperta “religiosità” napoletana che unisce sacro e profano. I tempietti sacri o edicole votive, nate nel ‘700 principalmente per illuminare la capitale del Regno, grazie ad un’idea di Padre Rocco, sono diventati, col passare degli anni una caratteristica delle strade e dei vicoli di Napoli.
Si raccomanda di indossare scarpe comode

Info:

Appuntamento ore 10.00 Mura greche di Piazza Bellini

La visita guidata avrà termine presso Il Duomo di Napoli

Durata 3 ore circa

Info e prenotazioni obbligatoria: 081 5499953 – 340 4230980