SABATO 11 MAGGIO – ORE 10:30 

IL POGGIO DELLE MORTELLE: TRA NOBILI, RELIGIOSI E…BACHI DA SETA!

Un nuovo itinerario proposto da Sire Coop per scoprire una zona caratteristica del centro storico di Napoli, il Poggio delle Mortelle, a metà strada tra la collina di San Martino e la città bassa. Un percorso che permetterà di scoprire la storia di questa parte della città, un tempo piena di vegetazione lussureggiante, proprietà nobiliari ed edifici religiosi, attratti dalla bellezza dei luoghi e dai bellissimi panorami. Lungo la strada, tra scorci suggestivi, palazzi e chiese, si racconteranno storie e aneddoti dal Rinascimento fino ad epoche più recenti, per arrivare alla scoperta della chiesa di San Carlo alle Mortelle, fulcro religioso e artistico di questa parte della collina, dove si concluderà la visita.

PROGRAMMA

ore 10:30 Appuntamento uscita Corso Vittorio Emanuele della Funicolare di Montesanto

Durata: 2 ore circa

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


SABATO 11 MAGGIO – ORE 19:30 

PASSEGGIATA NEL MITO: TRA LUCCIOLE E STORIA SULLE SPONDE DEL LAGO D’AVERNO

Sabato 11 maggio l’Associazione Natura Sottosopra e la Cooperativa Sire vi invitano a trascorrere una serata di trekking tra archeologia, mito e natura lungo le sponde del lago d’Averno, alla scoperta della sua storia, della sua flora e fauna. Il nome Averno significa, dal greco, privo di uccelli. Anticamente, infatti, le esalazioni tossiche, di origine vulcanica, impedivano agli animali di sorvolare lo specchio d’acqua, alimentando la leggenda che qui fosse collocata la Porta degli Inferi. In questo luogo intriso di mito e storia dimorava, secondo, Virgilio un’antico culto oracolare, quello della Sibilla, fu, inoltre, in età romana parte dell’enorme complesso militare del Portus Iulis. Ammireremo anche resti del cosiddetto Tempio di Apollo – in realtà un grande complesso termale di età imperiale. L’Averno è l’unico lago di origine interamente vulcanica, formatosi circa 4000 anni fa, e oggi la sua avifauna si presenta ricca e variegato. La passeggiata sarà ancora più suggestiva grazie alla presenza delle lucciole, insetti che di notte si illuminano e ci indicheranno il percorso da seguire. I nostri esperti vi guideranno alla scoperta delle caratteristiche peculiari delle diverse specie tipiche della macchia mediterranea che crescono sulle sponde del lago e dei miti che hanno avvolto la storia del lago.

PROGRAMMA

19:30 Appuntamento nei pressi del ristorante Caronte, su via Lago d’Averno lato destro- Pozzuoli

21:30 Conclusione delle attività

si consiglia di parcheggiare all’inizio di via lungo lago (uscita tangenziale Pozzuoli-Arcofelice) 

Lunghezza: 3 km Dislivello: 0 m Difficoltà: T (Turistica).

L’escursione non presenta difficoltà tecniche sia per il dislivello che per la lunghezza del tratto da percorrere.

INFO E PRENOTAZIONI COOPERATIVA SIRE: 3922863436 cultura@sirecoop.it NATURA SOTTOSPRA: 3337750417


Sabato 11 maggio alle ore 17.00

Il Cristo Velato e altri misteri di Spaccanapoli

appuntamento ore 16:45 a Piazza San Domenico Maggiore

La statua del Cristo Velato di Napoli è tra le più famose del patrimonio artistico partenopeo. L’opera, firmata da Giuseppe Sanmartino, è conservata all’interno della Cappella Sansevero, ideata da Raimondo di Sangro principe di Sansevero, situata nel cuore del centro storico della città, alle spalle di piazza San Domenico Maggiore.

Visiteremo prima Cappella Sansevero: sarà vera la leggenda del velo?!

Il tour proseguirà alla scoperta dei segreti di Spaccanapoli: cosa ci fa una statua rappresentante il Dio Nilo? Ma davvero a Piazza San Domenico gira indisturbato un fantasma? E i segni sul bugnato della Chiesa del Gesù nuovo cosa indicano?

Durata: 2 h circa

tour adatto a tutte le età

 visita guidata con Guida Abilitata

🎤 visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida (a partire da 20 partecipanti).

LA PRENOTAZIONE E’ SEMPRE OBBLIGATORIA

📨 email: info@heartofthecity.it

📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 11 maggio alle ore 10:30

Visita al Salone Margherita

 La storia di Napoli al tempo della Belle ÈpoqueL’epoca del café chantant, il Salone Margherita, il cui successo fu tale che i ricchi di tutta Italia preferivano Napoli a Parigi, quando erano in vena di divertirsi, assistendo emozionati alle scalpitanti esibizioni delle ballerine. Un viaggio nella Belle Èpoque, attraverso il racconto degli eventi folli di una città che, disperatamente, voleva peccare. Nel più bel salotto della Napoli di fine ‘800, la Galleria Umberto I, il café chantant intitolato non a una mitica dea della danza, ma alla Regina di Casa Savoia, la stessa alla quale i napoletani avevano già dedicato una pizza. Dopo la partenza da Galleria Umberto I, lato via Verdi, la visita proseguirà all’interno del Salone Margherita, dove sarà possibile visitare alcuni spazi d’epoca, per terminare infine con un filmato di foto d’archivio.

Prenotazione obbligatoria (numero limitato di partecipanti):

info@medeart.eu – cell. 3404778572