Sabato 16 marzo 2019 alle ore 10.30

Passeggiate interculturali
Andreina di origine capoverdiana conduce tra strade e storie che
abitano Piazza Garibaldi, punto di arrivo e luogo dove oggi molte
cittadine di origine straniera abitano e hanno attività commerciali.
Andreina ci farà osservare questo quartiere multiculturale di Napoli
con il suo speciale punto di vista, di donna e cittadina di origine
straniera.
Luogo di incontro: Piazza Garibaldi, sotto il monumento.
Passeggiata gratuita con prenotazione: info@coopcasba.org


Sabato 16 marzo 2019 alle ore 10.30

 I CARAVAGGISTI DEL FILANGIERI: UN SECOLO DI FURORE AL MUSEO CIVICO

La Cooperativa SIRE propone una visita guidata al Museo Civico Gaetano Filangieri, che ha sede nel quattrocentesco palazzo Como, costruito tra il 1464 ed il 1490 nelle forme del Rinascimento fiorentino. Conosceremo la storia di via Duomo e delle principali trasformazioni subite nel corso dei secoli, e il motivo per cui dai napoletani l’edificio viene chiamato anche “il palazzo che cammina”. Il Museo, inaugurato nel 1888, fu fondato da Gaetano Filangieri, principe di Satriano, che riadattò l’edificio e vi raccolse tutte le sue varie e pregevoli collezioni d’arte, numismatiche, la biblioteca e l’archivio Filangieri.

La visita costituirà l’occasione per scoprire tutti questi eterogenei tesori: armi, maioliche, porcellane, dipinti. Alcuni di questi sono da pochissimo visibili “da vicino” grazie alla mostra Un secolo di furore. I Caravaggisti del Filangieri. L’esposizione è composta per lo più da dipinti caravaggeschi solitamente presenti nella Sala Agata, al piano superiore, ed esposti, per volontà dello stesso Principe Filangieri, a incrostazione, ovvero sistemati in modo da ricoprire completamente le pareti. Un criterio tipico delle pinacoteche antiche, ma che privilegiava la veduta dell’insieme piuttosto che il godimento delle singole opere. Jusepe de Ribera, Matthias Stommer, Battistello Caracciolo, Andrea Vaccaro, Micco Spadaro, Mattia Preti fino a Francesco Solimena che conduce la pittura napoletana dal naturalismo al barocco, saranno dunque i protagonisti della prima mostra tematica, insieme anche con alcune armi dell’antica e importante collezione del Filangieri. Capiremo così quanto l’arrivo di Caravaggio a Napoli sia stato determinante nell’influenzare l’ambiente artistico locale portando alla nascita di quella corrente naturalistica che sarà il fondamento di tutta la scuola napoletana del Seicento.

PROGRAMMA

10:30 – Raduno partecipanti all’ingresso del Museo Civico Gaetano Filangieri, via Duomo n.288 – Napoli

12:30 – Fine della visita guidata

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


Sabato 16 marzo 2019 alle ore 10.30

LE VIE DEL LIBERTY: PASSEGGIATA NELLO STILE FLOREALE NAPOLETANO

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in un percorso in discesa che dal Vomero arriverà a piazza Amedeo attraversando alcune delle più belle vie del Liberty napoletano: da via Palizzi a via del Parco Margherita. Attraverso queste panoramiche arterie cittadine avremo la possibilità di scoprire lo stile simbolo dell’inizio del Novecento, che a Napoli si è espresso soprattutto attraverso l’architettura, incrociandosi con lo stile eclettico di fine Ottocento: linee morbide e sinuose, forme floreali, colori vivaci, ferro battuto e vetro sono gli elementi principali che caratterizzeranno gli edifici sorti nei nuovi quartieri residenziali sorti tra la collina del Vomero e la parte alta di Chiaia, specchio di una società in evoluzione, dove si affermano nuovi protagonisti della vita civile.

Dopo la visita i partecipanti potranno tornare al Vomero, in via Cimarosa, utilizzando la Funicolare di Chiaia in via del Parco Margherita.

PROGRAMMA

ore 10:30 Appuntamento con gli operatori SIRE Coop presso l’uscita CIMAROSA della Funicolare di Chiaia (è l’ultima fermata)

ore 12:30 Conclusione delle attività

INFO E PRENOTAZIONI: 392 2863436


Sabato 16 marzo 2019 alle ore 10.30

La cattedrale delle anime pezzentelle 

Visita guidata (ore 10.45), Cimitero delle Fontanelle

L’Associazione Culturale Respiriamo Arte vi invita a partecipare alla visita guidata che si terrà sabato 16 marzo alle ore 10:45 presso il Cimitero delle Fontanelle, luogo simbolo della devozione dei napoletani verso i defunti. Il Cimitero si trova nel cuore del Rione Sanità, tra via Foria e la collina di Capodimonte,ed è uno dei luoghi più suggestivi di Napoli. Varcandone i cancelli, si supera un confine: quello tra il frastuono ed il silenzio. Si entra in una dimensione di stasi e di riposo. Un ossario, che con oltre 40.000 resti ci rende visibile il rapporto che i napoletani hanno con la religione, la morte, i defunti, il destino, e la fortuna. Quando i greci scelsero questo luogo per allestire la necropoli pagana, la zona si trovava appena fuori le porte di Napoli. Successivamente fu trasformata in cimitero cristiano e le cave di tufo presenti in questa zona furono utilizzate per dare una sepoltura a chi non aveva la possibilità economica di pagarsene una più dignitosa. Un deposito di cadaveri che ebbe un notevole incremento in seguito ai tantissimi morti causati dalla peste che scoppiò a Napoli nel 1656. Da quel momento l’attaccamento popolare al Cimitero fu tale che i fedeli iniziarono a prendersi cura delle “anime pezzentelle” (anime povere) ed al contrario del sonno più o meno eterno che ci si aspetterebbe di incontrare, i morti erano e sono a loro modo ben svegli. Qui con le capuzzelle si parla, si toccano e puliscono. Si accendono ceri e si chiedono grazie, in un devoto do ut des. Eccolo il culto napoletano: anime anonime, private delle preghiere dei propri cari e che necessitano della pietà dei vivi per alleviare le loro sofferenze.

 sabato 16 marzo ore 10.45 inizio spettacolo – ore 10.30 appuntamento

via Fontanelle n.80 – quartiere Sanità (ingresso Cimitero)

Prenotazione obbligatoria: 331 4209045