SABATO 30 NOVEMBRE  – 10:30

 NAPOLI IN DISCESA: PASSEGGIATA DA CALATA SAN FRANCESCO A PIAZZA AMEDEO

La cooperativa SIRE vi invita a percorrere in discesa Calata San Francesco, uno dei più antichi percorsi che nei secoli scorsi collegavano la collina del Vomero con il centro di Napoli. L’itinerario partirà dalla funicolare di Chiaia di via Cimarosa: giungendo a via Belvedere, scopriremo le origini del quartiere e ci immetteremo in quella che alle origini si chiamava Salita Vomero, come ancora ricorda una antica targa. Secondo alcuni la denominazione San Francesco deriva dalla presenza, nella parte bassa del percorso, della chiesa e annesso convento di San Francesco, risalente agli inizi del 1700. Secondo altri deriva dalla presenza, nella sua parte alta, di un complesso religioso dedicato a San Francesco di Paola costruito nel 1585. Nonostante le manomissioni arbitrarie perpetrate soprattutto nel secondo Novecento, Calata San Francesco conserva ancora una sua atmosfera d’altri tempi con meravigliosi panorami e alcune residue testimonianze storiche. La discesa, che con nomi diversi incrocia grandi arterie come Corso Vittorio Emanuele e via Tasso, arriva fino a Mergellina, ma lungo il percorso, poco prima di arrivare al mare, devieremo per via Crispi, altra significativa strada napoletana, concludendo l’itinerario a piazza Amedeo.

 PROGRAMMA

ore 10:30 – raduno presso la funicolare di Chiaia in via Cimarosa

ore 12:30 – Fine delle attività

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


SABATO 30 NOVEMBRE – ORE 10:30

LA STORIA RITROVATA: DA DONATELLO ALLA CHIESA E IL CHIOSTRO DI MONTEVERGINELLA 

Prima tappa dell’itinerario sarà la piccola chiesa di S. Angelo a Nilo, nota anche come Cappella Brancaccio, dalla famiglia che ne commissionò la costruzione nel 1385. La chiesa conserva importanti testimonianze scultoree, in particolare il sepolcro del cardinale Rinaldo Brancaccio eseguito a Pisa tra il 1426-28 e inviato poi a Napoli dal giovane Donatello.  La visita continuerà presso la chiesa ed il chiostro di Monteverginella, situata a via Palladino, una traversa a pochi passi da piazzetta Nilo. La chiesa, di recentissimo restauro e riapertura , risale al periodo medievale ma fu ricostruita nel Seicento e vanta capolavori come le tele di Domenico Antonio Vaccaro, Luca Giordano, Micco Sapadaro e affreschi di Belisario Corenzio. Caratterizzano la chiesa un maestoso organo barocco seicentesco, marmi policromi barocchi e un pregiato coro ligneo seicentesco. La chiesa conserva infine le spoglie mortali di San Francesco Caracciolo, protettore dei cuochi e fondatore dell’ordine dei Caracciolini. La visita si concluderà nel chiostro dove, durante la seconda guerra mondiale, in seguito all’esplosione della nave Caterina Costa, un grosso frammento cadde nel chiostro senza procurare danni. In ricordo dello scampato pericolo le Salesiane collocarono il frammento ai piedi della statua della Madonna.

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento presso chiesa S. Angelo a Nilo

ad angolo con via Mezzocannone, Napoli

Durata: 2 ore circa 

                                  INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


DOMENICA 1 DICEMBRE– ORE 10:00

STORIE CERTOSINE – VISITA AL CERTOSA DI SAN MARTINO TRA SANTI, NAVI E PRESEPI

In occasione della domenica ad ingresso gratuito la Cooperativa Sire vi invita a visitare la Certosa di San Martino. Fondata nel 1325 per volere di Carlo duca di Calabria, figlio del sovrano Roberto d’Angiò, rappresenta uno dei più preziosi esempi di architettura e arte barocca a Napoli, in quanto nel corso di tutto il Seicento fu trasformata ed arricchita da artisti del calibro di Cosimo Fanzago, Battistello Caracciolo, Giovanni Lanfranco, Ribera.

 La visita permetterà di scoprire come vivevano i certosini all’interno del complesso, in luoghi come la sala del Capitolo, il parlatorio, la sagrestia vecchia e nuova, il chiostro del Fanzago. Sarà inoltre possibile ammirare la più ricca collezione di presepi presente in italia, ospitata nelle cucine del monastero, che abbracciano un arco di tempo che dal 1300 arriva fino ai più noti esempi presepe Settecentesco, e la sezione navale.

 PROGRAMMA

10:00 appuntamento a Largo San Martino – Napoli

12:30 conclusione attività

La prima domenica del mese il biglietto di ingresso ai siti statali è gratuito

In occasione delle aperture gratuite, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa, potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito. Pertanto l’inizio della visita guidata sarà in relazione a tale situazione

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


DOMENICA 1 DICEMBRE– ORE 10:00

ERCOLANO: STORIE DAGLI SCAVI 

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito al sito di Ercolano la prima domenica del mese, la cooperativa Sire invita tutti a scoprire la bellezza degli scavi, con una visita guidata incentrata sulla città e sulla vita quotidiana dei suoi abitanti, dal risveglio al pranzo, dalle attività quotidiane al momento di riposo nelle terme, approfondendo struttura e caratteristiche delle domus romane attraverso gli splendidi e lussuosi esempi che le abitazioni del sito ci offrono!  Momenti di vita bruscamente interrotti dall’eruzione del 79 d.C., che, nella sua tragicità, ha permesso di conservare, cristallizzata, una città romana del I secolo d.C. che dal 1700 ad oggi continua ad affascinare i visitatori.

PROGRAMMA

ore 10:00 Appuntamento ingresso scavi nei pressi della biglietteria – Ercolano (Na)

Durata: 2 ore circa

La prima domenica del mese il biglietto di ingresso ai siti statali è gratuito

In occasione delle aperture gratuite, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa, potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito. Pertanto l’inizio della visita guidata sarà in relazione a tale situazione

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


DOMENICA 1 DICEMBRE– ORE 16:30

IL MUSEO NAZIONALE DI CAPODIMONTE: VISITA ALLA COLLEZIONE FARNESE 

In concomitanza con l’iniziativa del Museo Nazionale di Capodimonte che prevede l’ingresso gratuito la prima domenica del mese la cooperativa Sire vi invita ad una visita per ammirare le collezioni di un museo tra i più ricchi d’Italia, una reggia unica al mondo. La visita si concentrerà sul primo piano del Museo, che ospita le collezioni Farnese e Borbonica, nucleo originario del patrimonio museale. L’origine della raccolta Farnese si deve all’azione politica e alle scelte culturali di Alessandro Farnese (1468-1549), che, ancora prima di diventare papa col nome di Paolo III, aveva coltivato l’interesse per il collezionismo artistico e antiquario. Un percorso affascinante che ci proietterà nella storia e nella storia dell’arte, alla scoperta di opere di notevole valore per provenienza ed importanza. A visita terminata, chi vorrà, acquistando il biglietto, potrà visitare la mostra Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica: l’allestimento, articolato nell’Appartamento Reale, prevede per ogni sala un tema: l’egittomania, la chinoiserie, la musica sacra e la musica profana, il potere , il Grand Tour, il Vesuvio, Pulcinella, e molti altri. La musica, filo conduttore della mostra, sarà una vera e propria guida grazie all’uso di cuffie che daranno la possibilità di ascoltare i brani selezionati per ogni sala, accompagnandoci in un viaggio multisensoriale.

 PROGRAMMA

16:30 raduno all’ingresso del bar del Museo, situato nel cortile d’ingresso.

Registrazione e versamento quota agli operatori

18:30 conclusione attività

N.B. In occasione delle aperture gratuite potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa.

In occasione delle aperture gratuite, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa, potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito. Pertanto l’inizio della visita guidata sarà in relazione a tale situazione.

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436