LE PIÙ BELLE CANZONI NAPOLETANE – Scelte e commentate da un’amica piemontese… 

REGINELLA

“T’aggio voluto bene a te …
Tu m’e’ voluto bene a me !
Mo nun ‘nce amammo cchiu’
ma è vvote tu
distrattamente pienze a me “
Così canta il ritornello di quella che è stata definita una delle canzoni napoletane più belle e più famose di tutti i tempi .
Pubblicata nel 1917 dalla Casa Editrice “La Canzonetta”, ha trovato in
ROBERTO MUROLO uno dei suoi interpreti più apprezzati, che l’ha
trasformata in un classico del suo repertorio.

reginella
Scritta da Libero Bovio, autore di altri pezzi famosi come “Signorinella” e “Lacreme napulitane“, e musicata da Gaetano Lama, la canzone REGINELLA esprime il sentimento dolce e malinconico che si prova quando l’amore finisce e rimane solo più un ricordo distratto ed evoca la memoria dell’antica passione, quando i due amanti stavano insieme e mangiavano
solo “pane e ceraze”, mentre il cardellino cantava insieme a lei .

gambrinus
Un giorno, lui rivede Reginella, vestita con un abito scollato, mentre passeggia per via Toledo, in compagnia di alcune
“sciantose” , ma la passione e’ ormai svanita e lui invita il cardellino a volare via dalla gabbia, così come ha fatto Reginella.
Nessun rimpianto, ma solo un tenero ricordo dei momenti felici passati insieme.

Fernanda Zuppini

Ascolta la storica versione di REGINELLA interpretata da ROBERTO MUROLO, clicca qui sotto: