Mostra Collettiva di Arte Contemporanea

Paesaggi Immaginari

presso la Reale Reggia Borbonica di Portici

Si inaugura venerdì 22 marzo alle ore 17.00 la mostra collettiva di arte contemporanea Paesaggi Immaginari nasce da un progetto di Giovanni Mangiacapra. All’apertura della mostra interverranno: Elena Coccia, Giovanni Cardone e Giovanni Mangiacapra, l’evento sarà abbinato al momento musicale del Conservatorio San Pietro Majella di Napoli che sarà eseguito da Federica Chello, violino – Monia Massa, violoncello.

 La mostra Paesaggi….immaginari vuole sottolineare la capacità della Natura di interagire con le sensibilità poetiche nella creazione artistica, stimolando nello spettatore la nascita di una nuova Meraviglia dello Sguardo. L’esposizione è ospitata nella Reggia di Portici, tra i più splendidi esempi in Europa di residenza estiva della famiglia reale borbonica e della sua corte. Posta alle pendici del Vesuvio ha un bosco superiore ed uno a valle, esteso fino al mare.La Reggia fu costruita nel 1738 per volere del re di Napoli, Carlo di Borbone, e della moglie, Amalia di Sassonia. 

Location: Reale Reggia Borbonica di Portici

Indirizzo: Via Università 100 – Portici (Na)

Durata della Mostra: dal 22 marzo al 3 maggio 2019

Giorni e orari di apertura: Indirizzo: Via Università, 100 – Portici 

Orari per i visitatori giovedì : 15:00:00 AM – 18:30 p m, venerdì 9,30: AM – 18:30 p m , sabato: 9,30:00 AM – 18:30 p m , domenica: 9:30: AM 

Info: artegiovanni55@virgilio.it cel 339 7919227

Ingresso gratuito


Associazione culturale RitmarteLab di Piazzetta Ascensione – Napoli

Personale di Arnaldo Garcez

artista brasiliano riconosciuto a livello internazionale anche per la sua poliedricità… musicista, compositore, pittore espressionista, che resterà in mostra il 12 marzo dalle ore 17:30 fino al 30 aprile.

I quadri di Garcez, generalmente in acrilico su tela, sono caratterizzati da colori vivaci realizzati utilizzando pigmenti estratti da materiali naturali quale il carbone e frutti tipici dell’Amazzonia, luogo di nascita dell’artista.


A’Mbasciata Gallery – Via Benedetto Croce 19

Dal 15 marzo al 16 aprile 2019

“Noumeni” – la personale pittorica dell’artista Maurizio Piro
Le opere pittoriche di Piro hanno un significato contemplativo ed enigmatico. La sua ricerca è caratterizzata da un approccio personale fatto di astrazioni e grafemi dettata da influenze esterne.
Noumeno è la sintesi del processo creativo dell’artista che ordina la conoscenza della realtà attraverso la forma, il colore e la scrittura che sono il medium delle opere esposte.
Visitabile dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20 o su appuntamento,
vernissage 15 Marzo ore 18.00.


 Basilica del Buon Consiglio a Napoli – Capodimonte

Dal 14 al 25 marzo 

“Campania bellezza del Creato”

la mostra fotografica tratta dall’omonimo libro di Giuseppe Ottaiano

“Campania bellezza del Creato”, il libro fotografico di Giuseppe Ottaiano, fotoreporter appassionato della Campania e direttore artistico della storica Agenzia di Comunicazione SEMA, diventa una mostra grazie al contributo della Regione Campania e di Scabec, società campana beni culturali. Il vernissage della mostra fotografica è in programma giovedì 14 marzo, alle ore 17,00 e vedrà la partecipazione oltre che dell’autore, di Maddalena Venuso, editor della pubblicazione e di Antonio Bottiglieri, presidente della Scabec.

L’esposizione sarà ospitata, dal 14 al 25 marzo 2019, presso l’Ipogeo della Basilica dell’Incoronata Madre del Buon Consiglio e Regina della Cattolica Chiesa di Napoli e sarà accessibile gratuitamente ai visitatori.

La mostra sarà visitabile nei seguenti orari: dal Lunedì al Sabato 10,00-18,00 – Domenica 10,00 – 14,00

E’ possibile effettuare visite guidate su prenotazione, telefonando al numero 3892507652 o scrivendo a segreteria@terredicampania.it


Complesso Monumentale San Severo al Pendino

Dal 9 al 19 marzo

Mostra Retrospettiva di Nicola Iuppariello

La prima mostra retrospettiva delle opere del pittore Nicola Iuppariello (1917 – 1997), artista di scuola napoletana, è organizzata da iuppiter.eu in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. La mostra realizzata con l’intento di riscoprire le opere di uno dei pittori della scena napoletana del ‘900, attraversa tutta la carriera dell’artista: dagli anni ’50 e ’60, in cui preferì dipingere all’aria aperta studiando le relazioni tra luce e colore; sino agli ultimi ’90, in cui alternò “impressioni” a personali elaborazioni coloristiche con figurazioni che spesso propongono riflessioni sulle vicende umane. La mostra, attraverso la selezione di circa venti opere, ha l’intento di riassumere la prolifica attività pittorica del Maestro, le cui opere si trovano prevalentemente in collezioni private oltre che in molte chiese ed istituti cattolici presenti sul territorio campano, quali ad esempio il Convento di S. Domenico Maggiore e nel museo del Santuario di Madonna dell’Arco.

Orario: dalle 9.00 alle 19.00 dal lunedì al sabato.

 Inaugurazione sabato 9 marzo ore 17.00

Ingresso libero


Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco – Via dei Tribunali, 39

Dal 2 marzo al 28 aprile 2019

EXTASES di Ernest Pignon-Ernest

Torna a Napoli il grande artista francese con un’installazione dedicata ad otto grandi mistiche cristiane. Una profonda riflessione sul rapporto tra interiorità ed esteriorità, tra anima e corpo. In dialogo da quasi 20 anni con le figure delle mistiche Ernest Pignon-Ernest ha voluto portare questo lavoro a Napoli, città che lo ispirato nella prima lettura degli scritti delle Sante. Il rapporto di Ernest Pignon-Ernest con Napoli risale al 1988, dove soggiornò, lasciando come segni indelebili del suo passaggio nel centro antico, e diventando così uno dei protagonisti della cultura cittadina tra gli anni ’80 e ’90.

Orari della mostra:

Marzo: lunedì – venerdì e domenica dalle 10 alle 14; sabato dalle 10 alle 17

Aprile: lunedì – sabato dalle 10 alle 18; domenica dalle 10 alle 14


Complesso Monumentale della SS Annunziata
Sala delle Colonne
Via Egiziaca a Forcella, 18 Napoli

Dal 22 febbraio al 16 marzo

Burkinabè

Fotografie di Francesco Cocco
Inaugurazione 22 febbraio 2019 ore 17.30
Ritratti in bianco e nero, volti di giovani donne, a volte dall’identità sessuale incerta e vulnerabile come l’Africa in cui vivono: Adjara, Sarina, Linda, Celine, Juliette, Therese, Marietta, Alfonsine, Blessed, Charlene, Zanaba, Mariam, Ibauldo Celine, Kabare. Hanno fra i 16 e 19 anni, vivono nella
provincia di Kadiogo, fuori Ouagadougou, in un centro di accoglienza per donne e ragazze che hanno subito violenza o fuggono da matrimoni combinati. E poi, ancora uomini nella sala di aspetto di dispensari sanitari e madri con neonati urlanti, anziane considerate streghe e bimbi abusati da
professori bianchi occidentali, bambini che scavano in miniere d’oro abusive e altri che giocano a biliardino o sulla terra arsa, nonostante tutto.
La Repubblica del Burkina Faso nelle immagini scattate da Francesco Cocco nel febbraio del 2017 più che la “terra degli uomini integri” ci appare come la “terra delle donne sospese”, fra povertà e riscatto, paura e desiderio di cambiare, tradizioni come macigni e nuovi diritti tutti da conquistare.
 
La mostra sarà aperta dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13,
il venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9.30 alle 18.00
Ulteriori visite su appuntamento a cura dell’Associazione Manallart
Info 333 88 77 512 (Eduardo) 333 38 51 932 (Anna)
Ingresso gratuito

AM Studio Art Gallery

Dal 22 marzo al 13 aprile

Enigma e Soluzione – mostra personale di Silvio Formichetti

Pittura della gestualità, che affida a pennellate ampie e distese la rappresentazione di una spiccata sensibilità tradotta nelle non-forme. Enigma e soluzione è il titolo della mostra personale di Silvio Formichetti, a cura di Massimo Carpentieri.

AM Studio Art Gallery

Via Massimo Stanzione 10 – Napoli

Dal 22 marzo al 13 aprile 2019

Orari e giorni: dal lunedì al venerdì, ore 16-20; il sabato ore 10-13


 “Quattro volte Paperino”

Fino al 16 giugno presso il  il Marte Mediateca di Cava de Tirreni

Quattro volte Paperino, la quinta grande mostra, che questa volta rende omaggio ad uno dei volti più iconici del fumetto internazionale.

Il percorso espositivo, che ricostruisce la carriera di Paperino, racconta tutte le anime di questo personaggio così amato dal grande pubblico: Paperino classico (il papero collerico, pigro, ma anche generoso, che tutti noi conosciamo) per arrivare a Paperinik (l’eroico difensore della città di Paperopoli), PK (la versione supereroistica di Paperinik), e infine a DoubleDuck (intrepido agente segreto). Quattro alter ego del simpatico papero che hanno conquistato l’immaginario di tre generazioni, da quel lontano 1934 in cui il personaggio si presentò al pubblico per la prima volta ai nostri giorni.


Mostra sull’antico Egitto

Fino al 4 marzo

al Parco Commerciale Auchan Giuliano

Complice una cultura millenaria fatta di tesori storici e leggende mistiche, l’Egitto affascina da sempre adulti e bambini. La vera notizia è che per ammirare mummie e piramidi non servirà andare nel deserto, grazie alla mostra didattica gratuita organizzata dal Parco Commerciale Auchan Giugliano. Un vero e proprio viaggio nel tempo che ripercorre gli aspetti più importanti di questo mondo attraverso sette isole tematiche installate all’interno della Galleria: dalla maestosa Piramide di Cheope all’enigmatica Sfinge, dalla Stele di Rosetta ai mitici Faraoni, le fedeli riproduzioni mostreranno a tutti i visitatori l’immensa eredità in termini di reperti giunti fino a noi. Un grande esposizione a cui è impossibile mancare, non solo per tutti gli appassionati del genere, ma anche per chi vuole scoprire una cultura così antica e all’avanguardia allo stesso tempo. 


Salvatore Serio Galleria d’Arte

Fino al 4 marzo 2019

Chaos Inc.

Personale di Luigi Piccirillo, a cura di Claudia Del Giudice

L’artista Luigi Piccirillo continua la riflessione pittorica sulle antinomie dell’individuo postmoderno con From the cave – vol 2: Chaos Inc., la sua seconda personale.

Vernissage venerdì 15 febbraio, ore 18.00

Salvatore Serio Galleria d’Arte – Via Oberdan 8, Napoli

Orari galleria: dal lunedì al sabato 10.30/13.30 – 16.30/19.30


Alla Galleria Shazar –  via Pasquale Scura 8

la mostra di Monica Biancardi, Punti di Vista

Secondo l’artista napoletana “Punti di Vista è un progetto sulla luce naturale o creata ad arte, che riflette su prospettive sempre diverse ma connesse e intercambiabili. Assumere più punti di vista non vuol dire percepire il mondo da porzioni di spazio alternative, ma soprattutto affinare lo sguardo e tutti i sensi, oltre che la capacità stessa, culturale, etica, politica, di comprendere che tutto ci riguarda.

La mostra sarà visitabile fino al 30 marzo dal martedì al sabato dalle 14.30 alle 19.30 e su appuntamento.


Baroq Art Bistrot inaugura la prima mostra d’arte del 2019: in esposizione i bozzetti autografi di quattro grandi interpreti della pittura napoletana tra Sei e Settecento. Sono otto studi preparatori di rilevante e differente significato per altrettante opere pubbliche: in esposizione 8 bozzetti di Massimo Stanzione, Luca Giordano, Francesco Solimena e Giacinto Diano

 FEBBRAIO- MAGGIO 2019

Baroq ART BISTROT – Piazza Vittoria, 6

Tel. 08118671407


Al Museo Filangieri
dal 1 febbraio al 28 aprile 2019
“Un secolo di furore” – I Caravaggisti del Filangieri
Museo Filangieri – via Duomo 288 – Napoli


La mostra coinvolge l’intera chiesa, dalla sagrestia all’ipogeo e comprende diverse figure di anime purganti: dagruppi interi a una serie di anime a mezzo busto avvolte dalle fiamme e imploranti penitenza e perdono a un gran numero di Addolorate singole, di Crocifissi, di teschi e di accessori.

Nello spazio dell’Ipogeo, inoltre, è proiettato un video-racconto di Gualtiero Peirce dal titolo “Vi aspettiamo per il rinfresco” che rappresenta una vera e propria opera autonoma dedicata ai visitatori al termine del percorso delle mostra.

Fino al 17 febbraio 2019

Orari della mostra: lunedì – venerdì e domenica dalle 10 alle 14 sabato dalle 10 alle 17

Via Tribunali, 39 – 80138 Napoli

Al Pan di via dei Mille fino al 22 aprile 2019, la grande mostra su Escher, lo straordinario artista olandese che ha fatto della capacità di stupirsi e di stupire la base della sua creatività. L’esibizione,  che è già stata mostrata in altre città europee superando il milione di visitatori, è organizzata dal “Gruppo Arthemisia”, con la cura di Mark Veldhuysen (curatore anche della M.C. Escher Foundation)  e di Federico Giudiceandrea.  Escher ha usato la forma geometrica, la circolarità delle immagini e la conseguente illusione ottica come sua ispirazione. Le implicazioni dei suoi lavori sono molteplici, ma per noi laici della sua arte ecco un brevissimo corso intensivo. Nell’exhibit Saranno presentate più di 200 opere che, partendo dal genio olandese attraverso i vari periodi storici arriveranno ai giorni nostri. L’ingresso (con l’audioguida inclusa) costerà 13 euro. Info e prenotazioni allo 081 186 5991, o al sito www.mostraescher.it.


“I De Filippo, il mestiere in scena” al
Castel dell’Ovo

Anche se non è possibile contenere in una mostra la storia di questa grande famiglia teatrale, l’esposizione “i De Filippo, il mestiere in scena” vuole essere una sorta di lanterna che il visitatore prenderà nelle mani per illuminare il variegato affascinante viaggio nel mondo defilippiano. Un viaggio magico intrapreso, partendo da Napoli fucina di idee e di esperienze, che diventa ben presto metafora di un universo che travalica il tempo, oltre lo spazio e svela una umanità a volte disperata a volte attonita nella sua quotidiana lotta per la sopravvivenza fisica e morale.

Saranno proprio Eduardo e Luca De Filippo a presentare e raccontare, da Eduardo, Vincenzo e Mario Scarpetta a Titina, Peppino e Luigi De Filippo, questa famiglia che ha attraversato un secolo e che ha aggiunto uno straordinario tassello alla fama che il nostro Teatro ha nel mondo. La mostra monumentale “i De Filippo, il mestiere in scena”, in anteprima mondiale a Napoli, riempirà per cinque mesi, dal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019, le storiche sale dell’intero Castel dell’Ovo. Attraverso materiale inedito, lettere, foto, video, oggetti e centinaia di costumi, locandine, manifesti, copioni manoscritti e dattiloscritti, conservati in archivi privati, in istituti e soprattutto nel fondo degli eredi Eduardo De Filippo, partendo dal capostipite Scarpetta, incontreremo Eduardo anche nei film, nelle sue poesie, nelle sue canzoni… vivremo la sua forza, il suo rigore, la considerazione per il teatro e per il pubblico che lo portarono a non fermarsi nemmeno quando la vita fu terribilmente dura con lui.

Ritroveremo Luca, la sua lezione di umiltà nel seguire gli insegnamenti di Eduardo per poi diventare attore a tutto tondo, proiettato in una dimensione europea nell’arte della recita, della pausa e della controscena, senza mai dimenticare la lezione della tradizione da cui parte e che esplora con la sua Compagnia, con incursioni nel teatro di suo padre messo in scena negli anni, fino alle regie di un altro grande punto di riferimento artistico: Francesco Rosi.
Al Castel dell’Ovo di Napoli dal 28 ottobre 2018 – 24 marzo 2019
Informazioni e prenotazioni:
 Tel. 081/5628040 – www.etes.it
Orari: dal lunedì al sabato 10:00 – 19:00 – Domenica e festivi 10:00 – 18.00
La biglietteria chiude un’ora prima

Orari aperture per le festività: 24-dic   10:00 -17:00    25-dic  10:00 -14:00 26-dic 10:00 – 18:00 31-dic 9:00 – 17:00 01-gen 10:00 – 18:00
06-gen 10:00 – 18:00


 Dal 20 dicembre la mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano nel rinnovato Antiquarium del Parco, interessato di recente da interventi di adeguamento.

Una collezione di circa 200 monili, preziosi, raffinati arredi domestici, servizi da mensa unica per quantità e valore culturale dei pezzi in mostra, viene presentata al pubblico sul luogo stesso del ritrovamento; oggetti appartenuti agli antichi ercolanesi, alcuni ritrovati con gli abitanti nel tentativo di porli in salvo dalla imminente catastrofe dell’eruzione, altri ritrovati nelle dimore dell’antica città. Per favorire la più ampia partecipazione la mostra sarà accessibile acquistando lo stesso biglietto di accesso all’area archeologica (11€ biglietto intero, 5,5€ biglietto ridotto), questo per tutta la durata dell’orario invernale, in vigore fino alla primavera 2019.

Parco Archeologico di Ercolano – Corso Resina www.ercolano.beniculturali.it


‘Copia conforme: l’arte della riproduzione dal ‘700 ad oggi’

Una mostra nata dalla collaborazione tra MANN, MUSA e Dipartimento di Agraria della ‘Federico II’

Dal 5 dicembre, alla Reggia di Portici

La mostra sarà visitabile durante i giorni di apertura del Centro Museale: giovedì dalle 15 alle 18:30 e dal venerdì alla domenica dalle 9.30 alle 18.30, ultimo ingresso ore 18:00.

Info www.centromusa.it / prenotazioni@centromusa.it / 0812532016 (lu-ve 9,30-13,30)


DEPOSITI DI CAPODIMONTE

Storie ancora da scrivere

21 dicembre 2018 – 15 maggio 2019

Museo e Real Bosco di Capodimonte (secondo piano)via Miano 2 – Napoli

La mostra Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere (21 dicembre 2018 – 15 maggio 2019), organizzata dal Museo insieme alla casa editrice Electa, è il secondo capitolo di una trilogia di esposizioni che sfida il principio costitutivo del museo, proponendolo non più come entità statica e immobile, presunta lezione magistrale, ma come luogo di libertà, di creatività, di potenziale espressivo.

In questa mostra saranno esposte 1220 opere tra dipinti, statue, arazzi, porcellane, armi, e oggetti di arti decorative provenienti unicamente dai cinque depositi di Capodimonte – Palazzotto, Deposito 131, Deposito 85, Farnesiano e GDS (Gabinetto dei Disegni e delle Stampe) – per raccontarne il ruolo e la storia tra scelte imposte dai dettami del gusto, dalla natura della collezione del museo o dallo stato conservativo delle opere.