Ritorna l’emozione tra i Vicoli e i Quartieri di Napoli. Giovedì scorso nella galleria Hde, in via Fiorelli 12, è stata inaugurata la personale fotografica di Sergio Siano “ Partenope”, curata dall’art director  Francesca di Transo con il patrocinio di Incontri Napoletani.

In mostra 15 scatti tra i più significativi di un artista dell’obiettivo, capace di restituire, con uno sguardo sempre amorevole ma mai indulgente, il ritratto di una Napoli ricca di contraddizioni. “Quando l’occhio assoluto del fotografo s’incontra con la passione per la propria città- scrive Pietro Treccagnoli, giornalista e scrittore  –   viene fuori Sergio Siano. Figlio d’arte, figlio di Napoli e figlio del giornalismo, Siano vive in simbiosi con la propria fotocamera. Senza, si sentirebbe nudo e inutile. ”

Molte sue immagini si ritrovano in diversi libri e volumi sulla storia fotografica della città. Di ogni opera in esposizione è stata realizzata ad hoc una tiratura di 100 esemplari, firmati e numerati, su carta baritata, un’esclusiva di una mostra che non è solo di splendide immagini, ma anche di racconti( visibile sino  al 12 gennaio 2018).

Note su autore

Sergio Siano, figlio d’arte, nato in un quartiere popolare di Napoli, esordisce nel 1985 a Il Giornale di Napoli e dal 1987 lavora per il quotidiano Il Mattino. Nel 2010 gli è stato conferito il Premio Cosimo Fanzago;oltre a numerose mostre personali, ha pubblicato recentemente i libri fotografici “Quartieri Spagnoli” (in collaborazione con Pietro Treccagnoli, giornalista e scrittore), “Vicoli, un viaggio Napoletano” e “Il mare che bagna Napoli”, sua opera prima.  La sua ultima pubblicazione ” Con gli occhi di Caravaggio”è stata realizzata con il giornalista Francesco de Core. Le immagini della vita reale dei vicoli di Napoli e quelle dei dipinti del grande artista, si mescolano e si alternano restituendo una visione nuova ed alternativa della città