I capannoni industriali nascono per supporto alle attività aziendali. In base al loro utilizzo vengono classificati al catasto come: magazzino (C2), laboratorio artigianale (C3), opificio (D2), fabbricati costruiti per le esigenze di un’attività industriale (D7), fabbricati per funzioni produttive relative ad attività agricole (D10).

Capannoni: caratteristiche


I capannoni sono strutture edilizie con particolari caratteristiche e requisiti: all’interno di essi deve essere garantita la massima sicurezza del personale, lo spazio necessario per la movimentazione di macchinari e per il movimento di merci e persone. Solitamente i capannoni industriali vengono realizzati con strutture prefabbricate composte da un unico grande ambiente diviso in una parte più grande per l’attività lavorativa e una più piccola destinata ad essere utilizzata come ufficio. L’ambiente deve essere molto illuminato per lavorare al meglio, per questo vengono inseriti nella struttura del tetto grandi lucernari per far filtrare la luce naturale.

Tipologie di immobili industriali


Come già detto gli immobili industriali si classificano nel catasto in 4 diverse categorie. Queste categorie corrispondono a diverse tipologie edilizie. Tra le tipologie più comuni ci sono:

  • i capannoni industriali, che permettono di ottimizzare la distribuzione degli spazi in modo funzionale
  • le piattaforme per logistica, ossia un vero e proprio magazzino con una struttura prefabbricata a travi e pilastri
  • i laboratori artigianali, cioè spazi contenuti all’interno di un edificio più grande. Questo edificio è suddiviso in unità più piccole con ingressi indipendenti.


Il mercato dei capannoni è molto diamico, perchè può essere acquistato da un’azienda ed essere poi rivenduto quando non è più necessario.

Capannoni industriali in pvc


Le tipologie più diffuse di capannoni industriali sono quelle in acciaio e in cemento armato. Abbiamo anche quelli in legno e quelli cosiddetti “ibridi”, cioè costruiti in più materiali. In questo articolo parleremo dei capannoni e tensostrutture in PVC. Questi capannoni sono molto utili per incrementare lo spazio in aree che si trovano all’interno di unità produttive o attività commerciali. I capannoni in PVC possono essere fissi o retrattili e sono costituiti da una struttura portante in acciaio e una copertura in PVC. Possono essere utilizzati per lo stoccaggio della merce o di materiali, per proteggere macchinari, realizzazione di nuove aree di produzione di un’azienda, per ampliare dei magazzini già esistenti, per coprire zone carico/scarico, e molti altri settori di applicazione aziendale e non; possono infatti essere utilizzati anche per attività sportive, per accogliere fabbriche temporanee, o per qualsiasi altro utilizzo perchè molte aziende li realizzano su misura per ogni esigenza e sono molto semplici da montare.

Capannoni fissi in pvc


I capannoni fissi in PVC vengono fissati al terreno tramite tasselli dimensionati da un ingegnere abilitato. Sono progettati per occupare aree ben precise e proteggere delle zone in particolare. Ad esempio possono essere utilizzati come copertura dell’accesso a un magazzino, oppure come deposito o come area produttiva. Questo tipo di capannone offre meno mobilità ovviamente rispetto ai capannoni mobili o retrattili che vedremo in seguito, ma si presta comunque a interventi vari: la copertura può essere smontata e rimontata altrove, oppure si può sostituire se nel tempo si danneggia, possono essere ampliati, possiamo sosituire componenti quando vogliamo; inoltre molte aziende offrono la possibilità di rivestimenti particolari ad esempio creare ambienti coibentati. Sono molto robusti e isolanti dai rumori e dalle temperature.

Capannoni mobili in pvc


I capannoni mobili in PVC sono realizzati in materiali leggeri e modulari, a differenza dei tradizionali prefabbricati in muratura: la struttura è realizzata in metallo (di solito acciaio zincato) e il telo di pvc ignifugo ad alta resistenza. L’acciaio è un materiale molto resistente a sollecitazioni meccaniche e fenomeni atmosferici di varia natura, mentre il PVC è ignifugo, impermeabile e molto resistente a particolari condizioni quali neve o presenza di salsedine. La copertura può essere smontata e possono essere applicate ruote per spostare facilmente il capannone. Per un’azienda è importante scegliere il capannone che più si adatta alle proprie esigenze, e sul mercato si possono trovare molte aziende che offrono servizi di personalizzazione e di aggiunta di elementi come lucernari, chiusure, bocche di areazione, aperture di varie dimensioni. Il capannone industriale mobile non può essere considerato un vero e proprio edificio ma soltanto una struttura con funzione di copertura, grazie alla quale un’impresa sfrutta al meglio i propri spazi. Inoltre, se installati fra due edifici, i capannoni possono fungere da tunnel di collegamento.

Capannoni retrattili in pvc


I capannoni in PVC, detti anche tendocoperture, possono essere anche retrattili: in questo modo un’azienda può avvalersi di uno spazio in più, da coprire solo all’occorrenza, che può utilizzare per coprire macchinari, merci, personale dai vari fenomeni atmosferici. Rispetto a un normale capannone mobile, un capannone retrattile è in grado di richiudersi e aprirsi quando serve. La struttura in acciaio è in grado di richiudersi con un movimento “a fisarmonica” grazie a un sistema motorizzato, riducendo il proprio volume. Queste coperture sono molto richieste perchè offrono la comodità di poter allargare le aree di stoccaggio, allestire un magazzino o nuovi reparti produttivi, solo all’occorrenza e di essere richiuso quando non è più necessario. I costi sono molto contenuti e comunque è un investimento molto importante per un’azienda e facilmente ammortizzabile perchè [dg1] totalmente deducibile come bene strumentale

Perche’ investire in un capannone industriale


Sono molte le imprese che investono in queste strutture perchè ci sono molti vantaggi: innanzitutto non pongono il problema della rumorosità perchè possono essere posizionati ovunque, anche in ambienti lontani dai centri abitati. Si possono raggiungere facilmente dai mezzi che l’azienda utilizza e quindi si possono effettuare comodamente le operazioni di carico e scarico delle merci. Facilitano le operazioni logistiche. L’azienda può scegliere di acquistare un capannone oppure di prenderlo in leasing: la prima opzione è indicata per grandi aziende e quindi più affermate e prestigiose rispetto alle aziende in via di sviluppo, alle quali è consigliato il leasing per risparmiare sui costi. Qualunque sia la scelta, rappresenta comunque un investimento molto redditizio per il basso rapporto qualità prezzo[dg1] .

Si può anche optare per i capannoni rivestiti in pannelli sandwich. Numerose logistiche scelgono questa impostazione, ovvero scheletro in acciaio rivestito in pannelli di idoneo spessore. È molto importante notare che i capannoni industriali vengono realizzati ed installati entro 30 giorni dall’ordine a differenza delle normali strutture prefabbricate.