Questa mattina i rappresentanti del settore dello spettacolo saranno ricevuti dal presidente De Luca, a cui il segretario regionale della UilCom Campania, Massimo Taglialatela, presenterà una piattaforma di possibili interventi. “Il mondo dei lavoratori dello spettacolo sta vivendo un momento senza precedenti” ha detto il segretario sindacale, che denuncia lo stato di grave emarginazione ed indigenza che vivono i lavoratori del comparto cultura e spettacolo, esclusi sia dalle poche opportunità della condizione di attività ordinaria sia dalle possibili coperture previste a sostegno del grave stato di crisi conseguente all’emergenza sanitaria covid-19. Questa sera Taglialatela sarà in diretta su Napoliflash24 per raccontare gli sviluppi dell’incontro di stamane.


In una condizione in cui il settore è stato da sempre estraneo alla sensibilità politica, va considerato altresì – sottolinea Taglialatelache il comparto sarà l’ultimo a riprendere le attività”. Un intero mondo rischia di scomparire. Una ricchezza comune in termini di notevole indotto di lavoratori capaci a realizzare cultura, che esprime insieme al turismo circa il 24% del Pil. Il mondo dello spettacolo con UilCom, Acli Provinciali di Napoli e Acli beni culturali hanno dunque deciso di fare sentire la loro voce. Tutto il mondo dell’arte, della musica, della cultura e anche del cinema, come attori, registi, montatori, tecnici, distributori ecc.., è fermo e lo resterà per molto, senza un aiuto concreto. Così per chi organizza eventi e lavora nella comunicazione. Tutti lavorano con regimi fiscali di partita Iva o nel sommerso senza nessun ammortizzatore sociale che li tuteli. Per scongiurare che questi lavoratori di contenuti vivi della cultura non cadano nel precipizio, la piattaforma riassume richieste che vanno dalla disoccupazione con requisiti minimi a interventi per l’emersione del lavoro nero con l’abbassamento dei contributi, alla cassa integrazione a più controlli sulle strutture che utilizzano fondi pubblici fino alle tutele della maternità e della malattia.