Lavoratori della Tess in sciopero della fame

Continua lo sciopero della fame dei ventotto lavoratori di Tess Costa del Vesuvio, società partecipata della Regione Campania.
I lavoratori hanno organizzato un presidio a Napoli, in via Santa Lucia, e hanno deciso di continuare la protesta fino a che non verranno pagati i tre mesi di cassa integrazione. La Tess è impegnata da anni a promuovere il territorio e il rilancio dei settori produttivi. Tra le sue attività principali ci sono l’assistenza alle amministrazioni locali, alla Provincia e alla Regione. Dal marzo del 2013 è iniziata la cassa integrazione per questi lavoratori. Il Pd si è schierato al fianco dei dipendenti scioperanti. «Ancora una volta la superficialità di questa amministrazione regionale supera ogni limite», ha dichiarato il vice capogruppo regionale democratico, Antonio Marciano. Per oggi è previsto un incontro alla Regione.
Assunta Lutricuso