L’amore, prìncipe del melodramma: sarà questo il tema conduttore dei due concerti che Andrea Bocelli terrà al Teatro di San Carlo di Napoli il 20 e il 22 maggio. Il tenore torna sulla ribalta dello storico teatro partenopeo dopo tredici anni, con un programma lirico, intitolato Tre secoli d’amore, proposto in cartellone al Metropolitan Opera House di New York lo scorso febbraio.  

Sotto la direzione di Eugene Kohn con l’Orchestra del Teatro di San Carlo, Andrea Bocelli darà vita ad un florilegio di pagine tratte dal repertorio lirico, delineando un affresco sonoro dell’amore, raccontato in epoche diverse e secondo le diverse sensibilità di alcuni tra i massimi compositori italiani e francesi: da Gaetano Donizetti a Giuseppe Verdi ed a Giacomo Puccini da Charles Gounod a Jules Massenet, al francese d’adozione Jacques Offenbach.

Insieme a Bocelli ci sarà il soprano Maria Aleida«Sono particolarmente felice di tornare al San Carlo e di riabbracciarne il pubblico dopo tanti anni» ha affermato Andrea Bocelli: «La storia gloriosa ed i superbi artisti che hanno calcato la scena di questo teatro da un lato mi intimidiscono, dall’altro esprimono un ulteriore sprone a dare il meglio ed a realizzare un concerto che sia all’altezza delle aspettative. Napoli d’altronde è la città della musica, è la città dell’amore. E per me che dell’amore e della musica ho fatto la mia ragione di vita e la mia ispirazione, è stata pressoché una scelta obbligata proporre qui, in prima europea, un programma che evoca (e festeggia) ciò che amo definire il motore del mondo, attraverso l’arte dei suoni».  

Nel medesimo nobile intento di offrire opportunità di bellezza e d’amore, declinate attraverso le suggestioni della grande musica, Generali Italia – partner del “San Carlo” – grazie al suo programma Valore Cultura, ha aperto le porte del teatro a centocinquanta studenti provenienti dall’hinterland napoletano, offrendo loro non solo la possibilità di assistere al concerto ma anche di vivere l’esperienza di un momento d’incontro con il cast.    

Così domenica 19 maggio i ragazzi hanno avuto l’opportunità unica di
incontrare ANDREA BOCELLI e MARCO SESANA presso il Massimo partenopeo
raccontando le loro storie, passioni e fatiche, vivendo un momento
significativo. Nell’ambito di VALORE CULTURA – il programma di GENERALI ITALIA nato nel
2016 con l’obiettivo di rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio e di avvicinare le famiglie, in particolare i
giovani, a questo mondo – è stato avviato il PROGETTO DI ALTERNANZA
SCUOLA-LAVORO del Teatro di San Carlo, destinato ai ragazzi degli
Istituti superiori della Campania e, in particolare, a quelli delle periferie di Napoli.

Il progetto, sostenuto da Generali Italia per due edizioni consecutive,
ha coinvolto più di 3000 RAGAZZI. Lo scorso 5 aprile 1500 STUDENTI che
hanno partecipato all’edizione 2019 hanno invaso le strade di Napoli con
UN FLASH MOB dedicato a Georg Gershwin. Il programma Alternanza Scuola-
Lavoro prevede percorsi formativi con laboratori sulle arti e sui
mestieri dello spettacolo e offre la possibilità di apprendere un
mestiere a molti ragazzi, provenienti anche da ambienti periferici e
disagiati della città e della regione.

Reduce dal trionfale successo del suo nuovo album pop “Sì”, che lo ha visto attestarsi contemporaneamente in vetta alle classifiche inglesi e statunitensi, Andrea Bocelli prosegue con instancabile passione – nei teatri così come nelle arene – la propria attività di ambasciatore della tradizione belcantistica italiana nel mondo e di divulgatore d’eccezione del repertorio lirico.

lunedì 20 maggio 2019, ore 20
mercoledì 22 maggio 2019, ore 20.30

ANDREA BOCELLI – TRE SECOLI D’AMORE

Direttore | Eugene Kohn

Tenore | Andrea Bocelli

Soprano | Maria Aleida

Orchestra del Teatro di San Carlo

 Programma 

JULES MASSENET

Balletto “Navarraise

“Ah, tout est bien finí… O, souverain!”

da Le Cid

JACQUES OFFENBACH

Les oiseaux dans la charmille da Les contes d’Hoffmann 

CHARLES GOUNOD

“L’amour… Ah, lêve-toi soleil” 

“Va, je t’ai pardonnéNuit d’hyménée da Roméo et Juliette

GIACOMO PUCCINI

Fantasia sinfonica da Manon Lescaut

“Recondita armonia” da Tosca

“O soave fanciulla” da La bohème

GIUSEPPE VERDI

Sinfonia da Un giorno di regno

“La mia letizia infondere” da I lombardi alla prima crociata

“La donna è mobile” da Rigoletto

GAETANO DONIZETTI

“Ah, tardai troppo… O luce di quest’anima” da Linda di Chamounix 

“Pour mon âme da La fille du régiment

“M’odi… Sulla tomba che rinserra” da Lucia di Lammermoor

GIUSEPPE VERDI

Balletto finale da Le trouvère

“È il sol dell’anima… Addio, addio” da Rigoletto