Dare assistenza a famiglie e persone in grave difficoltà economica nei quartieri più disagiati della città di Napoli, problematiche queste acuite dalla crisi legata all’imperversare della pandemia Covid 19: è questo l’obiettivo dell’associazione Altra Napoli Onlus.

In questo difficile momento per il nostro Paese – spiega attraverso un appello il presidente dell’associazione Ernesto Albanese c’è un’emergenza dentro l’emergenza: quella delle famiglie prive di ogni reddito e sostegno economico. Centinaia di migliaia di persone che sono praticamente alla fame e che purtroppo sono Invisibili rispetto agli strumenti di protezione sociale, ammortizzatori o altre forme di sussidio. Si tratta di lavoratori saltuari, ambulanti, piccole partite IVA e famiglie che non hanno diritto al reddito di cittadinanza. Questo grave problema, di cui ancora troppo poco si parla sui media, si acutizza giorno dopo giorno e rischia di generare reazioni sociali incontrollate”.

Il progetto, realizzato da L’Altra Napoli Onlus in partnership con Asso.Gio.Ca. O.d.v. e l’ Associazione dei Commercianti di Forcella, inizialmente interesserà la II municipalità di Napoli, quindi i quartieri   Avvocata, Montecalvario, Mercato, Pendino, Porto, S.  Giuseppe (comprendente quindi buona parte del Centro Storico e del popoloso quartiere di Forcella) con la prospettiva di essere estesa ad altri quartieri non appena le risorse raccolte lo consentiranno. ”Abbiamo deciso di avviare un progetto per garantire per un periodo di tre mesi una fornitura settimanale di beni alimentari di prima necessità ad almeno 500 famiglie di Napoli che si trovano in questa condizione – continua dell’associazione Ernesto Albanese. Una stretta collaborazione con le parrocchie, con altre realtà del terzo settore già presenti sul territorio e con i commercianti del quartiere consentirà di individuare i beneficiari più bisognosi ed a gestire il sistema di consegna a domicilio di una fornitura alimentare settimanale”.


Per realizzare questo obiettivo l’Altra Napoli Onlus ha bisogno di 500mila euro. “Ne abbiamo già raccolti 150mila – scrive Albaneseda aziende e privati che hanno accolto il nostro invito, a conferma del fatto che la ripartenza del Paese non potrà prescindere dalla ricostruzione di un forte senso di comunità che si era forse smarrito negli ultimi decenni. Ci appelliamo quindi alla tua generosità per darci un aiuto, anche piccolo, a raggiungere il nostro obiettivo. In calce troverai i riferimenti dell’Iban per fare un bonifico. Nel ringraziarti anticipatamente per quello che potrai fare, colgo l’occasione per porgerti i più cordiali saluti e formulare a te ed alla tua famiglia i più sinceri auguri di Buona Pasqua”.

La donazione va intestata a:
L’Altra Napoli Onlus – Associazione Napoletani Dentro
IBAN: IT 11E02 00803 44300 01054 94673
CAUSALE: Invisibili

I riferimenti dell’associazione
E-mail: scrivi@altranapoli.it
Tel.: 081 442 1518
Cell. : +39 392 96 72 368