Una lunga carriera all’interno delle Nazioni Unite, 58 anni, milanese, Filippo Grandi nel 2016 diviene Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati.
Trent’anni di impegno nella cooperazione internazionale, 27 dei quali come funzionario delle Nazioni Unite. La sua lunga carriera lo ha portato a  concentrarsi sui temi dei rifugiati e sulle operazioni umanitarie: il lato umano di tutti i più grandi conflitti degli ultimi tre decenni.
Di questa esperienza ne ha fatto un libro edito da Mondadori che verrà presentato per la prima volta a Napoli da iocisto il 14 ottobre 2017 alle 18.00.
“Rifugi e rifugiati” nasce dall’esigenza di condividere non solo un percorso di vita ma anche un’esperienza che fotografa da vicino le fughe di interi popoli e pone l’accento sulla necessità di riparare al dramma da questi vissuto.
Dai curdi iracheni in fuga nei paesi vicini a causa dei massacri perpetrati dal regime di Saddam Hussein ai profughi ruandesi dispersi a migliaia nelle foreste dell’Africa centrale, dagli afghani di ritorno da Iran e Pakistan dopo la caduta dei taliban ai rifugiati palestinesi in territorio siriano, costretti a fuggire di nuovo dopo lo scoppio della guerra civile nel 2011, Grandi descrive paesaggi, talvolta di incantevole bellezza, devastati dall’orrore della fame e della guerra. E racconta le difficoltà, le paure e le insidie, ma anche le piccole e grandi gioie, che costellano il rapporto quotidiano con persone bisognose e terrorizzate, con vittime e carnefici, filantropi e assassini, in un inestricabile intreccio di miseria e ricchezza, cinismo ed empatia, odio e solidarietà.
Sabato 14 ottobre alle ore 18.00 da iocisto La Libreria di tutti
Presentazione del libro: Rifugi e Ritorni – Storie del mio lungo viaggio tra rifugiati, filantropi e assassini
di Filippo Grandi
Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati