Avvenne il 4 giugno: 1994 Muore Massimo Troisi, uno dei comici più amati del cinema italiano. Nella sua breve carriera, Troisi esplora le tradizioni napoletane, seguendo le orme artistiche di Eduardo De Filippo e Totò, dando vita a un’arte comica irresistibile perché spontanea e naturale. Nel 1972 a Troisi venne diagnosticata un’anomalia cardiaca che lo obbligò, nel 1976, a recarsi negli Stati Uniti per un intervento alla valvola mitralica. All’inizio del 1994 Troisi, recatosi ancora una volta negli Stati Uniti per dei controlli cardiaci, apprese di dover sottoporsi con urgenza a un nuovo intervento chirurgico, ma decise di non rimandare le riprese del suo nuovo film Il Postino, che tratta dell’amicizia tra un umile portalettere e Pablo Neruda (Philippe Noiret) durante l’esilio del poeta cileno in Italia. Troisi riuscì a terminare le riprese del film con enorme fatica e con il cuore stremato, facendosi sostituire in alcune scene da una controfigura. Il 4 giugno morì nel sonno, nella casa della sorella Annamaria e in compagnia del suo più grande amico sin dall’infanzia, Alfredo Cozzolino, a Ostia, quartiere marino di Roma, per attacco cardiaco, 12 ore dopo aver terminato le riprese del film. Due anni dopo la sua morte, Il Postino ebbe cinque nomination ai Premi Oscar (tra le quali Massimo Troisi come miglior attore: il quarto di tutti i tempi a ricevere una nomination per l’Oscar postumo), ma delle cinque candidature si concretizzò solo quella per la migliore colonna sonora scritta da Luis Bacalov e Sergio Endrigo

Segno zodiacale: Gemelli

gemelli

Si festeggia il 4 giugno: San Filippo Smaldone, San Francesco Caracciolo, San Gualterio, Sant’Ottato, San Petroc, San Quirino

Sant'Anastasio il Giovane martire

Nati il 4 giugno: 1953 Walter Novellino, allenatore di calcio e ex calciatore italiano; 1969 Rolando Ravello, attore e regista italiano; 1972 Pif, conduttore televisivo, autore televisivo e regista italiano; 1975 Angelina Jolie, attrice, produttrice cinematografica e regista statunitense; 1985 Bar Refaeli, supermodella israeliana; 1991 Lorenzo Insigne, calciatore italiano

Aforisma: “La sofferenza in amore è un vuoto a perdere: nessuno ci può guadagnare, tranne i cantautori che ci fanno le canzoni.”

Massimo Troisi

massimo troisi