Avvenne il 21 settembre: 1990 Viene assassinato, a soli 38 anni, Rosario Livatino, il “giudice ragazzino”, mentre percorre senza scorta la statale Agrigento-Caltanissetta . L’omicidio è opera di quattro sicari assoldati dalla Stidda agrigentina, una organizzazione mafiosa in contrasto con Cosa Nostra. Del delitto è testimone oculare Pietro Nava, e, sulla base delle sue dichiarazioni, vengono identificati gli esecutori. Livatino s’era occupato della cosiddetta “tangentopoli siciliana” e aveva assestato colpi efficaci ai mafiosi facendo ricorso alla confisca dei loro beni. Per Papa Giovanni Paolo II è un «martire della giustizia e indirettamente della fede».

Segno zodiacale: Vergine

vergine1

Si festeggia il 21 settembre: San Matteo, San Castore, San Giona, San Panfilo di Roma, San Quadrato di Magnesia, Santi Eusebio, Nestabo e Zenone

Santo Stefano protomartire

Nati il 21 settembre: 1923 Sergio Zavoli, giornalista, scrittore e politico italiano; 1939 Cané, allenatore di calcio e ex calciatore brasiliano; 1943 Ombretta Colli, cantante, attrice e politica italiana; 1950 Bill Murray, attore e comico statunitense; 1951 Ivano Fossati, polistrumentista, cantautore e compositore italiano; 1960 Maurizio Cattelan, artista italiano; 1962 Roberta Torre, regista, drammaturga e scrittrice italiana; 1972 Liam Gallagher, cantante inglese

Aforisma: “Il fenomeno mafioso non è comune. Non è il brigatismo, non è la solita criminalità, perché il brigatismo e la criminalità lo Stato Italiano li combatte, e bene. È qualcosa di ben diverso: è la criminalità, più l’intelligenza, più l’omertà.”.

Tommaso Buscetta

url