Avvenne il 12 aprile: 1927 Muore a Napoli Giuseppe Moscati detto “Il medico buono” . Una vita dedicata alla cura e all’assistenza dei malati nei quartieri più poveri della città. Primario dell’Ospedale degli Incurabili assiste molti dei suoi pazienti gratuitamente, li segue nella vita e a volte li aiuta anche economicamente. La sua concezione del rapporto tra fede e scienza si riassume in un suo pensiero: «Non la scienza, ma la carità ha trasformato il mondo”. Viene proclamato santo il 25 ottobre 1987 da Giovanni Paolo II. La sua festa liturgica si celebra il 16 novembre.

Segno zodiacale: Ariete

ariete

Si festeggia il 12 aprile: San Giuseppe Moscati, Sant’Alferio, San Basilio di Pario,  San Costantino di Gap, San Damiano di Pavia, San David Uribe Velasco, Sant’Erchembodone di Thèrouanne, Santi Ferdinando da Portalegre ed Eleuterio de Platea, San Giulio I, San Saba il Goto, Santa Teresa di Gesù delle Ande, Santa Vissia di Fermo, San Zeno, San Basilio

Nati il 12 aprile: 1933 Montserrat Caballé, soprano spagnola; 1940 Herbie Hancock, pianista e tastierista statunitense; 1947  David Letterman, conduttore televisivo statunitense, 1948 Marcello Lippi, allenatore italiano; 1950 Flavio Briatore, manager italiano; 1956 Andy Garcia, attore cubano; 1978 Luca Argentero, attore italiano

Aforisma: Tutti gli uomini sono santi, se prendono veramente sul serio i propri pensieri e le proprie azioni. Chi reputa che una cosa sia giusta deve anche farla.

Hermann Hesse

Hermann_Hesse_1946