Sabato 15 dicembre al Teatro Avanposto Numero Zero, è stato messo in scena  “Nino – Omaggio a Nino Rota” di e con Lalla Esposito, un omaggio ad uno dei più grandi compositori del novecento. Lo spettacolo è un excursus nella musica, indimenticabile, di un incredibile artista che ha collaborato con i grandi  tra cui Federico Fellini, che amava definirlo “l’amico magico”. Lalla Esposito ripercorre l’incontro della sua musica con poeti come Amurri, Morante, Wertmuller, Suso Cecchi D’Amico, Testoni, Bonagura, Galdieri tra i tanti, che hanno scritto i testi per colonne sonore di film quali La strada, Amarcord, Le notti di Cabiria, Il Padrino, Gianburrasca, Film d’amore e d’anarchia, La dolce vita e tanti altri.

I pezzi musicali si alternavano a quelli di recitazione che introducevano la canzone successiva, anche se in realtà i due momenti non erano mai nettamente divisi, ma erano parte di un’unica narrativa, in cui il cantato e il recitato si compensavano e completavano, lasciando che la musica esprimesse quello le parole non potevano. Ecco che sul palco Lalla, accompagnata da una valigia, ha tirato fuori magicamente, come dalla borsa di Mary Poppins, tutti i suoi personaggi, dalla cinica e triste figura di Cabiria perduta nelle sue notti, alla dolce e malinconica Gelsomina, dal Tunin di film D’amore e d’anarchia, che disperato racconta la sua inevitabile decisione di assassinare il Duce, ai fantasmi femminili che appartengono al sogno di Guido di 8 e 1/2, e ancora dall’edonismo della della Dolce vita, all’atmosfera romantica di Amarcord, al Giannino Stoppani dell’indimenticabile produzione televisiva di Gianburrasca. Tutte questi personaggi ci hanno fatto rivivere momenti indimenticabili nonché picchi artistici del nostro cinema e della nostra storia attraverso la  musica senza tempo di Nino Rota, che ha scritto il  soundtrack del 900.  Lo spettacolo non poteva non concludersi con un bis dedicato a Viviani, con tre delle sue più belle canzoni: “Cuncettina”, “Bambenella” e la poetica e bellissima “Era de maggio”. L’ecclettica Lalla Esposito, ha narrato alla perfezione i film con un misto di parole e musica in un recital dedicato all’amore per il cinema e per il grande artista che ne ha musicato le immagini.

In scena stasera domenica, 16 dicembre 
alle 20.00 al Teatro Avanposto Numero Zero Lalla Esposito in Nino  per la Rassegna Femminile Periodico