Da Napoli il gesto in musica e immagini

dedicato al tema dell’immigrazione

per il diritto di appartenenza alla comunità umana.

La Band NIKILIST, l’attrice Cristina Donadio e il regista Andrea De Rosa insieme per il video LACREME E SANGHE.

E’ uscito in questi giorni il video LACREME E SANGHE, brano sul dramma che coinvolge migliaia di uomini, donne e bambini in cerca di un loro posto nel mondo per una vita migliore e più giusta.

Il testo e la musica sono di ALFREDO FAVI, STEFANO DE PALMA, RICKY GRAZIANO e ELVIRA GIOIA. Il brano è stato eseguito con la partecipazione straordinaria di CRISTINA DONADIO (voce), e MARIANO BARBA (alla batteria), LUDOVICO BOVA (alla chitarra). Il video è prodotto da MAX SOUND VIBE RECORDING STUDIO; la  registrazione è diGIUSEPPE POLITO per STARLIGHT STUDIOS.

«È giusto – scrivono gli autori nella presentazione al lavoroche le donne e gli uomini che migrano per qualsiasi ragione (fame, guerra, calamità, desiderio di libertà o semplice volontà di cambiamento), debbano per questo perdere la dignità e il diritto di definirsi appartenenti alla comunità umana?».

Su questa domanda i componenti della Band NIKILIST hanno trovato l’adesione e l’immediata disponibilità alla realizzazione del video dell’attrice Cristina Donadio (voce) e del regista Andrea De Rosa (regia).

«Noi pensiamo – sottolineano gli autori – che su un tema del genere, in un momento come questo, nessuno possa sottrarsi alle proprie responsabilità, perché anche scrollare le spalle e tirare dritto rappresenta una risposta politica.

LACREME E SANGHE è il nostro contributo a questa discussione, estremamente viva oggi nel Paese, ma in realtà presente da migliaia di anni nella storia dell’umanità. Per realizzarlo ci siamo avvalsi della collaborazione di professionisti che si sono prestati gratuitamente per realizzare un’idea condivisa, e del contributo spontaneo di ragazze e ragazzi africani migrati a Napoli, che hanno offerto i loro volti, i loro occhi, e quindi la loro anima, fidandosi di noi, che glielo abbiamo chiesto con rispetto e amicizia.

Napoli è una città bella e aspra, per chi ci è nato e per chi ci è arrivato, e la lingua napoletana, antica e nobile, ci è sembrata la più idonea a raccontare un dramma dei nostri tempi, in un contesto amaramente abituato al flusso delle migrazioni, da e verso se stessa.

Il nostro ringraziamento va a Cristina Donadio, che con grande generosità ha dato volto e voce alla narrazione straniante di questa storia, e ad Andrea De Rosa, regista sensibile e profondo conoscitore della realtà napoletana, che ha scolpito ritratti incredibili dei volti dei protagonisti, fondendo il mantra circolare dei versi alle immagini di una Napoli drammaticamente universale».

LACREME E SANGHE

testo e musica FAVI, DE PALMA, GRAZIANO, GIOIA

con la partecipazione straordinaria di CRISTINA DONADIO (voce)

MARIANO BARBA (batteria)

LUDOVICO BOVA (chitarra)

regia ANDREA DE ROSA