Si è concluso con ottimi risultati il progetto “Strategie per la conciliazione vita-lavoro” finalizzato allo sviluppo di misure e attività che consentissero alle donne del Comune di Ercolano di conciliare meglio i loro obblighi professionali e familiari. Sono state raggiunte 200 donne, coinvolte 70 aziende e 38 donne hanno seguito percorsi di orientamento al lavoro.

Il piano di sensibilizzazione e comunicazione è stato realizzato dall’associazione Le Kassandre in partenariato con BIG BANG Production e con il Comune di Ercolano.

Il progetto, dedicato a lavoratrici e famiglie, donne in età lavorativa, imprese, operatori del sistema socio-economico e culturale puntava a promuovere una “cultura” di conciliazione fra le imprese private e pubbliche e le donne attraverso la sensibilizzazione degli operatori dei settori imprenditoriali, pubblici e sociali, la diffusione di modelli gestionali socialmente responsabili e la promozione di nuove opportunità di lavoro attraverso il raccordo tra donne e imprese.

A disposizione delle donne di Ercolano, da febbraio 2019 fino a fine progetto, sono stati aperti i Concilia Point, punti informativi gestiti da professionisti dell’associazione Le Kassandre, competenti nell’approccio di genere alla tematica del lavoro, che hanno offerto servizi di orientamento lavorativo, bilancio delle competenze, riscrittura del C.V., consulenze specifiche su normative e supporto a situazioni di disagio. Sono state 59 le donne si sono rivolte ai Concilia Point, 38 donne tra i 40 e i 50 anni hanno effettuato percorsi di orientamento al lavoro, bilancio delle competenze, stesura del curriculum.

 Gli sportelli sono stati aperti presso La Locanda di Emmaus Onlus in C.so Resina, 319nell’Asilo nido Seme di Pace in via Patacca, 96; dopo il lock down c’è stata la gentile disponibilità delle Scuderie di Villa Favorita in Corso Resina, 330 ad Ercolano e dell’Eco Hostel di Villa Favorita. La chiusura durante l’emergenza sanitaria ha fatto sì che il progetto fosse prorogato da giugno fino a settembre 2020.

 Durante questi due anni sono state svolte inoltre le seguenti attività: 6 seminari dedicati a donne lavoratrici e referenti aziendali presso aziende del territorio e scuole del territorio per un totale di 64 partecipanti6 sportelli territoriali ovvero incontri di gruppo rivolti a donne lavoratrici e non lavoratrici sui temi della conciliazione vita lavoro, dell’orientamento lavorativo e del bilancio delle competenze; il tutoring di 6 mesi dedicato a 8 donne in congedo maternità e 2 focus lab dedicati a referenti sindacali, consulenti del lavoro, commercialisti e medici del lavoro.

Il progetto ha inoltre previsto la divulgazione del bando per l’accesso ai servizi per la prima infanzia e l’erogazione di voucher per il nido nella scuola paritaria comunale dell’infanzia in via Marconi n.18 ai minori 19 mesi-36 mesi e voucher per usufruire del servizio comunale Ludoteca Prima Infanzia La Locanda di Emmaus sita al C.so Resina n.323 dedicato a minori di 3-12 anni. L’intervento ha voluto sostenere la particolare condizione di donne in età lavorativa, residenti o domiciliate nel Comune di Ercolano, con minori a carico.

Grazie al sito “Conciliazione vita lavoro” e alle pagina Facebook Instagram curati da Big Bang Production che hanno raggiunto 9000 persone con i post, 190 contatti diretti600 minuti di picco di visualizzazioni, 73% donne. Si è dunque creata una sinergia tra le varie parti del progetto e alcune donne che hanno usufruito dei voucher hanno poi chiesto una consulenza al Concilia Point, così come donne rivoltasi alle operatrici dello sportello hanno poi inoltrato la domanda per il sostegno all’infanzia.