Nato a Napoli nel 1958, Adelmo Buonocore, noto come NINO BUONOCORE, appartiene a quella generazione di musicisti napoletani che si affermarono sulla scena musicale partenopea
durante gli ANNI SETTANTA.
Mel periodo ’76-’77-’78 , con l’aiuto del fratello Dino, responsabile dell’ufficio vendite della Casa Discografica Vedette, lavorò come “turnista” in varie sale di incisione, incise tre 45 giri e collaborò con il gruppo “Enter ‘o Clisma”, per cui scrisse, arrangiò e curò due singoli..
Nel 1979 , firmò un contratto con la RCA italiana e, nello stesso anno, debuttò con il 45 giri “Amico Coccodrillo/Due per Due”.
Nel 1980, incise il Q-Disc Acida in cui era contenuta la canzone “Se”, fortunata sigla della serie di telefilm “L’uomo da sei milioni di dollari”.
Nel 1982 pubblicò il primo 33 giri dal titolo YAYA, prodotto da Simon Boswell ed eseguito insieme alla band wave inglese “Live Wire”, con cui partecipò nella sezione “Discoverde
al FESTIVALBAR.

Nino Buonocore 2
Nel 1983 partecipò per la prima volta al FESTIVAL di SANREMO con il brano”Nuovo Amore“, che ottenne un buon consenso di critica ( Renzo Arbore, seduto in prima fila durante la prima serata, ne parlò come “il miglior giovane in gara”). Nel 1985 questo brano verrà pubblicato in America Latina e venderà oltre tre milioni di copie.
Sempre nel 1983 uscirono il singolo “Notte Chiara”, sigla della telenovela
Cara a Cara” e il 33 giri NINO IN COPERTINA, che entrarono in classifica.
Nel 1984, Nino Buonocore firmò un contratto di 10 anni con la EMI e alla fine dell’anno uscì il 33 giri NINO BUONOCORE e, dopo pochi mesi il singolo “Soli“, sigla di chiusura di “Domenica in”.
Nel 1985 partecipò al FESTIVALBAR con “io mi inventerò”.

Nel 1987 avvenne la vera svolta del cantante verso un tipo di musica più raffinata e meno rock.
Presentò a SANREMO la canzone “Rossana”, ad gogo una delle sue maggiori Hit.
Nell’estate dello stesso anno partecipò al Festival di SAINT VINCENT e al
FESTIVALBAR con il nuovo singolo “Se io fossi in te “.
Nel 1988, tornò a Sanremo con il brano “Le tue chiavi non ho” .
Uscì poi l’importante 33giri UNA CITTÀ TRA LE MANI, cui prese parte il noto jazzista
CHET BAKER.

Nino Buonocore
Con Chet Baker, Nicola Stilo, Pino Zurzolo, Massimo Volpe, Peppe Sannino e altri musicisti di prestigio, partecipò al programma musicale DOC.
Nell’estate prese parte al FESTIVALBAR con il brano “Con l’acqua alla gola”.
Il 1990 fu di nuovo un anno importante per Nino Buonore: uscirono contemporaneamente il 33 giri
SABATO, DOMENICA e LUNEDÌ ed il singolo “Scrivimi”, che rimasero per mesi nella Top ten delle classifiche, con 200.000 copie vendue per l’album e oltre 3 milioni per il singolo.
“Scrivimi” fu anche inserita nella colonna sonora del film “Non ti muovere” di
CASTELLITTO. ( Questo brano fu pure inserito da LAURA PAUSINI nell’album Io Canto e
da MANGO e L’Amore è Invisibile.)
Al FESTIVALBAR 1990 si classificò terzo degli italiani e al CANTAGIRO secondo.
Ne 1992 fu pubblicato l’Album LA NATURALE INCERTEZZA DEL VIVERE, da cui furono estratti
“Il Mandorlo” e “Non per dire”. Partecipò al FESTIVALBAR e VOTA LA VOCE.
Nel 1993, partecipò a SANREMO con “Una canzone d’amorere” e concluse il suo contratto con la EMI.
Seguì un periodo di silenzio e di riflessione e, nel 1998 tornò con un album “di passaggio” dal titolo ALTI E BASSI.
Nel 2001 si avvicinò ancora di più al Jazz, fondando un SESTETTO.
Nel 2004 pubblicò il cd LIBERO PASSAGGIO, cui allegò il DVD UN VIAGGIO.
A questo Album seguirono tre Tournée 2004/2005/2006 e nel 2007 lavorò alla realizzazione del nuovo album , continuando a partecipare a vari spettacoli.
Nel 2008 si dedicò a reinterpretare e riarrangiare in chiave Jazz molti dei suoi brani.

Nino Buonocore
Nel 2009 tenne al Teatro delle Palme di Napoli un grande concerto evento dove eseguì alcuni inediti che verranno inseriti nel nuovo album in preparazione.
Nel 2013 fu pubblicato dalla HYDRA MUSIC l’album SEGNALI DI UMANA PRESENZA e, nello stesso anno il singolo “Nessuno” che servì al lancio dell’album di SERENA ROSI già protagonista della dial Un posto al Sole ), dal titolo “Nella casa di Pepe” .
Nel 2015 prese parte a un duetto con ENZO GRAGNANIELLO in un brano inserito nel nuovo album di Gragnaniello, Misteriosamente.

Fernanda Zuppini