La storia di Totò 8° puntata

…. Da quel momento in poi si crea un feeling particolare tra Totò e il suo pubblico, che lo accompagnerà per tanti anni. E’ ospite di un grande albergo Totò, e viaggia in taxi anche per arrivare al teatro, è generoso con le sue donne, che se lo contendono. Nascerà più tardi un grande amore con Liliana Castagnola celebre chanteuse arrivata a Napoli per esibirsi al teatro S. Lucia, bellissima Liliana, raffinata e statuaria, Totò se ne innamora contraccambiato, Liliana rifiuta altre scritture per restare a Napoli affianco a Totò che ama profondamente, un amore e una passione mai provato prima nonostante abbia già 34 anni, ma per Totò questo amore finirà all’inizio di marzo del 1930. Si suicida Liliana sentendosi abbandonata, e Totò la farà seppellire nella cappella dei De Curtis nel Cimitero del Pianto a Napoli, in suo onore chiamerà Liliana la figlia nata dal matrimonio con Diana Rogliani, che sposa con il rito civile nel 1932.

Sua figlia Liliana nasce il 10 maggio del 1933, lui, Totò, si esibisce al teatro Al Pappagallo, e quando gli viene data la notizie della nascita, si scusa con il pubblico dicendo che sarebbe tornato a breve e dopo aver conosciuto sua figlia. Nel 1934 un Totò affermatissimo realizza il suo sogno, una casa a Roma in via Tibullo 10, con la bellissima e felicissima famiglia Totò è felice, ha una bella moglie, una bella figlia, fa un lavoro tanto sudato, tanto agognato che gli piace, solo una cosa lo tormenta, una insana, immotivata e ossessiva gelosia per la moglie Diana. Questa gelosia inizierà a rovinare la loro relazione. Tipico maschio latino Totò, che nonostante conosca bene la sensazione e il sentimento della gelosia, non si lascia scappare brevi avventure con compagne di viaggio e lavoro. Chiude a chiave nel camerino la moglie solo perché un ignaro giovanotto l’ha guardata, mette del borotalco sulla soglia di casa per controllare impronte di eventuali sconosciuti. Ama passare del tempo con la piccola Liliana che scorrazza per Roma in una balilla comprata di seconda mano. Il 15 aprile 1935 Totò e Diana si sposano con la cerimonia religiosa in compagnia di una radiosa piccola pupa, la figlia Liliana. Il successo di Totò continua, compagnia dopo compagnia, teatro dopo teatro, molto scrupoloso nei confronti degli attori che scrittura, a volte si accontenta di mangiare un panino con mortadella mentre loro vanno al ristorante. Straordinario il successo all’Olimpo di Milano in “Don Giovanni sono io“, dove sperimenta le sue doti migliori in mimica e invenzioni linguistiche…. ( continua )

Emanuela Genta

Per le puntate precedenti, ed altre biografie di personaggi napoletani famosi, clicca qui, nella sezione Biografie del nostro sito

images5