La storia di Totò 5° puntata

Totò viene scritturato, per sua fortuna, nella compagnia di Francesco de Marco al teatro Diocleziano, ma un attore già affermato e con la paura che l’ultimo arrivato possa oscurare il suo successo, rende la situazione tale da indurre il licenziamento di Totò, a cui non resta altro che il Caffè Canavera e il Caffè Vesuvio, meta di artisti per lo più in cerca di scritture. Nonostante Totò si trovi nel suo ambiente, l’esasperazione dell’attesa di un lavoro lo porta ad un gesto insano: il giovanissimo Totò tenta il suicidio con l’etere ma viene tempestivamente soccorso dalla madre che sente odore di medicinale, trova il figlio riverso sul letto in stato di incoscienza, ma rimedia mettendolo con la testa sotto il getto dell’acqua fredda del rubinetto. Ritroviamo Totò al massimo della depressione dopo avere avuto una strana avventura con una attrice calabrese che cela la sua vera identità, dichiarandosi indiana solo perché esegue un numero dove balla in modo esotico. I lunghi capelli neri, le movenze esotiche affascinano Totò che non evita la compagnia delle belle ragazze e che quindi la invita in camera, ma proprio nel mentre di quella che doveva essere una bella serata intima, lei caccia un grosso serpente da una cesta, con la scusa di dovergli dare da mangiare. Totò, che non si aspettava nulla di simile, si spaventa talmente tanto che raccoglie le sue cose e scappa via, lei non perde tempo e si vendica dichiarando l’impotenza del malcapitato. Ma ben si conoscono le passioni di Totò, oltre che al teatro, appunto, le belle donne, a cui non riesce proprio a fare a meno. I fallimenti lavorativi subiti non avviliscono più Totò che caricatissimo di spirito di combattività lascia il teatro dialettale e si lancia tentando la sorte nel varietà. Si presenta a Giuseppe Jovinelli, proprietario dell’omonimo teatro in piazza Guglielmo Pepe, cerca di convincerlo dicendogli di essere disposto a tutto facendogli l’imitazione di De Marco. Jovinelli si diverte molto,tanto che lo scrittura per una settimana di prova, ma deve ricredersi, rendendosi conto del successo che Totò ottiene, e il divertimento del pubblico lo induce a rinnovargli la scrittura di qualche mese ancora. Finalmente Totò ottiene un camerino tutto suo dove poter posare il costume di scena e i suoi trucchi, il pubblico sembra finalmente apprezzare sempre di più le sue esibizioni…. ( continua )

Emanuela Genta

Per le puntate precedenti, ed altre biografie di personaggi napoletani famosi, clicca qui, nella sezione Biografie del nostro sito

index2