La storia di Totò 17° puntata

…. Dovrà tornare sul set ed interpretare svariati film per fronteggiare il debito fiscale che ammonta a qualche centinaio di milioni che gli viene notificato con l’avvento della riforma Vanoni. Svenderà molte sue proprietà, e nonostante il costante successo dei film da lui interpretati, il suo cachet sarà, come in passato, sempre modesto. Riceve premi e riconoscimenti Totò, il ” Microfono d’ Argento ” una targa d’ora dall’Anica, per la sua lunga carriera artistica e per il suo contributo al cinema. Eduardo Clemente, cugino, figlio del fratello preferito della madre, gli farà da segretario e factotum, e insieme al suo autista, Carlo Cafiero saranno sempre vicini all’attore, e non lo lasceranno mai. Un uomo generoso Antonio De Curtis, che per tutta la vita compie gesti di grande generosità e altruismo, e con l’avanzare degli anni si dedica sempre più attivamente a molte opere di beneficenza, che vedono protagonisti ospizi e brefotrofi, donando alte somme di denaro anche ad associazioni che si occupano di ex carcerati e alle famiglie dei reclusi. Fa costruire, inoltre, l’ospizio dei trovatelli, un modernissimo ed attrezzatissimo canile che servirà ad accogliere i randagi, dove andrà a fare visita periodicamente, quel canile gli costa 45 milioni. Nel 1966 Totò ha un incontro inatteso, creativo quanto sorprendente con Pier Paolo Pasolini, con grande umiltà Pasolini incontra Totò a casa sua, già scrittore famoso e  con un aura di scandalo intorno alla sua persona. Pasolini era andato via da Casarsa dove insegnava, fuggito quasi perché un ragazzo confessa al parroco, di avere avuto dei rapporti con lui. Arriva a Roma con la madre e a stenti riesce a lavorare a qualche sceneggiatura. Verso la metà degli anni 50′ partono i suoi primi grandi successi letterari ” Ragazzi di vita”, e “Una vita violenta ” . Incoronato al Premio di Viareggio dopo ” Le ceneri di Gramsci”, e “La religione del mio tempo “, pubblica ” Poesie in forma di rose ” di cui Totò conosce ogni singolo rigo a memoria, e ” Supplica di una madre ” anche quest’ultimo capolavoro aveva colpito molto Totò…….. ( continua )

Emanuela Genta

Per le puntate precedenti, ed altre biografie di personaggi napoletani famosi, clicca qui, nella sezione Biografie del nostro sito

totò e pasolini1

totò e pasolini  totò e Franca Faldini3