La storia di Totò 12° puntata

…. Totò riprende freneticamente le sue ricerche araldiche un po’ in tutta Italia. Al teatro Reale dove recita in quel periodo, una sera manca all’appuntamento di lavoro, cosa stranissima visto la sua puntualità e precisione, l’impresario Elio Gigante decide di andare a cercarlo perché preoccupato, lo trova in compagnia di sua maestà l’imperatore di Serbia, che, perché la famiglia gli nega i titoli, appare vestito male e molto trasandato, questo imperatore chiede una mano a Totò in cambio della promessa del titolo di principe a breve tempo, intanto lo nomina ambasciatore. La cosa finisce li senza seguito, ma Totò per un po’ di tempo ha l’illusione di essere davvero ambasciatore della Serbia. Nonostante si renda conto che la sua è una fissazione, continua le ricerche, tiene troppo alle sue discendenze nobiliari, se non altro per onorare i suoi avi ritenuti da lui stesso dei valorosi, ed in questa spasmodica ricerca, lo assiste il fedele avvocato Eugenio De Simone, pronto a sostenere il principe sui dubbi che possono suscitare i suoi tanto declamati titoli nobiliari, scoprendo in quel periodo che il Marchese Giuseppe De Curtis, suo padre naturale, fu adottato dal Marchese Francesco Maria Gagliardi Focas lontano parente di sua nonna materna, la Contessa De Grazia. Prima della morte del padre Totò lascia perdere un po’ la questione dei titoli nobiliari, era preso da altri problemi, altri progetti, ma dopo la dipartita del genitore, ricomincia nell’affannosa ricerca sulle sue origini, facendosi aiutare da esperti araldici, acquisendo alcune informazioni: Totò era diretto discendente degli Imperatori di Bisanzio con una nobiltà risalente al 362 a. C., e con una sentenza del 18 luglio 1945, il tribunale di Napoli gli riconosce il tanto da lui atteso diritto di fregiarsi dei titoli di : Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Cornneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio, altezza imperiale, conte palatino, cavaliere del SacroRomano Impero e Sacra di Ravenna, duca di Macedonia e di Illiria, principe di Costantinipoli, di Cicilia, di Tessaglia, di Ponto, di Moldavia, di Dardania, del Peloponneso, conte di Cipro e di Epiro, conte e duca di Drivasto e di Durazzo… e tanti altri ancora riportati nel libro d’oro della nobiltà italiana… ( continua )

Emanuela Genta

Per le puntate precedenti, ed altre biografie di personaggi napoletani famosi, clicca qui, nella sezione Biografie del nostro sito

totò principe di bisanzio1   totò principe di bisanzio