La storia di Titina De Filippo 1°puntata

titina de filippo.jpg1

Un grande personaggio della storia del teatro partenopeo: Titina De Filippo, sorella maggiore di Eduardo e Peppino, il nome intero è Annunziata, ma tutti la conosciamo con il vezzeggiativo di Titina. Nasce a Napoli il 27 marzo 1898. E’ la primogenita figlia di Eduardo Scarpetta e Luisa De Filippo, nipote di Rosa, la moglie di Eduardo, che conosceva bene le relazioni extraconiugali di Eduardo Scarpetta, e tollerava…

Titina_mamma        scarpetta

Essendo Titina la prima figlia, venne viziata un po’, ebbe anche la possibilità di studiare musica e di frequentare una scuola gestita da suore, imparando anche il francese. Titina, come i suoi fratelli in seguito, fin da piccola dimostra attaccamento e amore per il teatro, da bambina era solita infatti inscenare piccoli spettacoli che dava con grande padronanza della scena, con suo fratello Eduardo come spettatore. Verso i tredici anni, Titina scopre di essere figlia d’arte e quindi invogliata ancor di più in quell’avventura che si rivelerà il grande successo della sua vita, esponendola e facendola conoscere al pubblico per la sua bravura e passione. Già verso i sette anni, nel 1905 Titina partecipa alla commedia ” Miseria e nobiltà “, recitando la parte del piccolo Peppiniello. Risulta brava nel ruolo, quindi ne seguono altri sempre maschili, poi divenuta adulta, nel 1921 gli viene assegnato il ruolo di prima donna nella nuova ” Compagnia d’arte napoletana “ e debutta con ” ‘A nanassa “, commedia diretta da Francesco Corbicini.

titina de filippo
Ritroviamo Titina dedicata alla rivista assieme a Nino Taranto, e nel 1937 anche al cinema. Facendo un passo indietro nel tempo si nota che in effetti passano un po’ di anni da quando piccola recita nei ruoli da maschietto, a quando inizia la sua vera e propria carriera teatrale, questo perché raggiunta l’età dell’adolescenza, Titina risulta troppo grande per ruoli da bambino e troppo giovane per poter essere già un attrice, ma Titina questi anni li usa per studiare dizione e comportamenti, osservando le colleghe.

Raggiunge il vero successo dopo anni di gavetta, lavorando in teatro in varie compagnie, poi con la rivista e anche al cinema. Nel 1929 a trentuno anni si trova a lavorare, nella stagione 1929/1930, al Teatro Nuovo di Napoli, nella “Compagnia Stabile Napoletana Molinari” diretta da Enzo Aulicino, accanto a Totò.

Titina-De-Filippo-con-Totò-300x243

    Titina-De-Filippo-con-Totò-

L’anno successivo il 1931, assieme ai fratelli, fonda il famoso “Teatro Umoristico De Filippo”, debuttando il 25 dicembre della stesso anno con la commedia “” Natale in casa Cupiello “

 la prossima puntata ed altro ancora all’interno della nostra rubrica “La storia di Napoli